Calori duro: “Difesa, così non va”

Calori duro: “Difesa, così non va”

Commenta per primo!

«La fase difensiva non funziona. Ad Ascoli cambierò qualcosa. Vediamo con quali accorgimenti». Il tempo del Calori comprensivo e disposto ad accettare le sbavature è finito. Perentorio, il mister biancoscudato promette la mano dura coi suoi. Il Padova ha troppe amnesie nel reparto arretrato e un ex difensore come lui non può più accettarle.

Male. «Ci sono cose che non mi piacciono e fatico a farmele andare bene – spiega il mister -. Non posso mandare giù certe amnesie sulle palle inattive. Dentro lo spogliatoio ho parlato coi ragazzi, anche in maniera dura. Mi piace dire in faccia quello che penso. I tanti infortuni? Ce ne sono stati è vero, ma non funziona come alibi. Quando dico che la fase difensiva ha delle sbavature, non intendo che sia solo dietro il problema. Anche il centrocampo ha le sue colpe. Cambierò qualcosa nei reparti e forse tra i pali».

Insomma ci saranno degli avvicendamenti nella zona nevralgica del campo. A rischiare sarebbe anche Federico Agliardi contro cui si è scagliata parte della tifoseria. «Sia chiaro però che il discorso è generale e non riguarda solo lui – dice ancora il tecnico -, certo non sono una persona che si accontenta. Voglio il bene della squadra e del Padova, non quello di un solo giocatore. Portin? Vedo dei netti segnali di miglioramento, potrei anche gettarlo nella mischia proprio contro la sua ex squadra, anche perché a Legati persistono i problemi di mal di schiena. Penso sia difficile un recupero di Vantaggiato. Dopo i guai muscolari che ha avuto non è ancora ora di rischiarlo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy