Cesena-Padova, Foschi ricorda: “Mi sabotarono l’acquisto di Cacia. Il secondo anno fu molto difficile”

Cesena-Padova, Foschi ricorda: “Mi sabotarono l’acquisto di Cacia. Il secondo anno fu molto difficile”

Commenta per primo!

L’ex ds del Padova, Rino Foschi, attualmente uomo mercato del Cesena (avversario dei biancoscudati di venerdì) è intervenuto ieri sera a Tv7 Triveneta, ribadendo i concetti già espressi nella nostra ultima intervista (leggi qui) e rimarcando in particolare l’ostilità nei confronti dell’allora manager Luca Baraldi. Foschi ha aggiunto anche un retroscena, che, a suo dire, avrebbe complicato ulteriormente l’ultima tribolata stagione: “Durante il mio secondo e ultimo anno a Padova sono successe cose particolari, tanti giocatori indagati, alcuni ingiustamente, per la vicenda del calcioscommesse. Poi qualcuno sabotò Cacia, a gennaio fui costretto a trovargli una squadra, ma all’ultimo saltò il suo passaggio al Siena. C’era chi non voleva Cacia al Padova…”. Una frase sibillina, non approfondita ulteriormente dal conduttore in studio. Il vulcanico dirigente, dopo l’esperienza al Padova è passato al Genoa; quest’anno invece è arrivata la chiamata del Cesena, la squadra della sua città: “Mi auguro di vincere contro il Padova, ma da venerdì in poi tiferò per i biancoscudati. Sono rimasto molto legato a questa piazza” ha concluso Foschi.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy