Cestaro a Bresseo: “Foschi parla del Padova futuro, dubito abbia preso accordi con altri”

Cestaro a Bresseo: “Foschi parla del Padova futuro, dubito abbia preso accordi con altri”

Aggiornamento ore 16.00: Cestaro si è recato a Bresseo con Sottovia, il vice Pilotto e Foschi. La riunione con il direttore sportivo prevista per questa sera, stando alle sibilline dichiarazioni del presidente, dovrebbe essere slittata. In ogni caso il patron biancoscudato ha ribadito ai giornalisti: “Qualcuno parla di un accordo già fatto con l’Atalanta, ma Foschi con me parla di futuro. Dubito che uno che ha già preso accordi con altri possa comportarsi così…”

Troppo insistenti le voci sul prossimo matrimonio tra Foschi e l’Atalanta. Troppo, per continuare a fingere di ignorarle. In ballo c’è il futuro del Padova, che giocoforza deve avere come punto di partenza la definizione dello staff dirigenziale. Il mercato dei ds entra nel vivo proprio a primavera, molte società stanno guardandosi attorno per scegliere gli uomini-mercato migliori in vista della prossima stagione. E il presidente Cestaro si è convinto a muovere i primi passi per il Padova che verrà. Oggi pomeriggio nella sede Unicomm di Dueville il Cavaliere incontrerà Foschi per scoprire le carte: Caro direttore, resti a Padova o te ne vai?.

Consigli Preziosi. Su Il Mattino di oggi Cestaro ammette di aver avuto un colloquio con il presidente del Genoa Enrico Preziosi che gli avrebbe consigliato alcuni nomi per il ruolo di direttore sportivo, dando quasi per scontato l’approdo di Foschi a Bergamo. Cestaro dunque si sarebbe convinto a fare il passo decisivo mettendo alle strette il dirigente romagnolo: “Credo sia necessario – risponde al Mattino – sederci attorno a un tavolo e discutere serenamente”.

Attendismo. “Finora non ci siamo mossi – spiega Cestaro – perchè sto vedendo come va la squadra dopo il cambio di allenatore. Mi pareva logico attendere. Adesso voglio sentire come la pensa lui e quale progetto predisporre per la prossima stagione”. L’Atalanta fa pressing: “Guardi – sempre il Cavaliere al Mattino di oggi – se Rino ha in mente l’Atalanta perchè può tornare in A e perchè ha prospettive anche economiche interessanti, me lo deve dire e non ci sarà alcun problema a lasciarlo andare. Ma se davvero, come ripete spesso, è innamorato di Padova e del Padova, io non ho nulla in contrario a proseguire il rapporto di collaborazione. Certo, ha il suo carattere, che non gli cambierà più nessuno, e va gestito per quello che è, una brava persona che ha bisogno dei suoi spazi, devi lasciarlo fare”. In conlcusione: “Foschi è la mia priorità. Poi se ha intenzione di cambiare aria…”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy