Cittadella, la situazione dei giocatori: chi può rimanere e chi no. Sgrigna e Pellizzer a Bassano in caso di B

Cittadella, la situazione dei giocatori: chi può rimanere e chi no. Sgrigna e Pellizzer a Bassano in caso di B

Quanti e quali giocatori dell’attuale rosa del Cittadella potrebbero rimanere in Lega Pro? E’ ancora presto per dirlo, ma i rumors sono già tanti. Per il ruolo di portiere c’è Valentini, che può allungare di un altro anno il prestito (è dello Spezia): è lui il principale candidato a vestire la maglia di titolare. Per l’eterno Pierobon invece si profila l’addio al calcio giocato e un ruolo nello staff tecnico (preparatore dei portieri?). In difesa Pellizzer sembra destinato al Bassano, in caso di promozione in B della società di Renzo Rosso, al pari di Alessandro Sgrigna. Il talento Barreca tornerà invece al Torino, con buone chance di trovare già posto in serie A. I piemontesi potrebbero riportare a casa anche Scaglia. Il difensore è ancora a metà tra Cittadella e Torino, una comproprietà che non potrà più essere rinnovata, dunque a giugno le due società dovranno mettersi d’accordo (il Cittadella può monetizzare, ma difficilmente sarà in grado di trattenere il giocatore in Lega Pro). Buone chance di riconferma invece per Cappelletti, Donazzan, De Leidi e Pecorini. Tra i centrocampisti lasceranno quasi sicuramente Busellato (piace all’Avellino) e Rigoni (che ha mercato in serie B), mentre sono alte le possibilità di contare ancora su Benedetti (un lusso per la Lega Pro), Lora, Schenetti e Paolucci. Tornerà al Chievo per fine prestito invece Kupisz. In attacco hanno ancora il contratto Gerardi e Coralli, che potrebbero rimanere. Per fine prestito lasciano Stanco e Bazzoffia. Da valutare la posizione di Minesso, padovano di Piazzola, che può rimanere in serie B. Ci sarà spazio infine per i giovani Bizzotto e Bortoluz che la società vuole lanciare in Lega Pro.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy