Ecco il primo padovano in squadra: Matteo Bedin

Ecco il primo padovano in squadra: Matteo Bedin

Da Il Mattino:

Dopo 25 giorni di prova, alla fine ce l’ha fatta. Matteo Bedin, 25 anni, è il primo calciatore padovano tesserato dai Biancoscudati Padova. Per coronare il sogno di giocare con la squadra della propria città, il ragazzo dell’Arcella ha anche rinunciato ad un ingaggio più elevato: «Il Campodarsego mi aveva offerto, a dire il vero, qualcosa in più», conferma Bedin, «ma ho fatto una scelta di cuore e sono molto contento. Ora sono più libero mentalmente, non è facile allenarsi senza contratto, con la paura, magari, di farsi male». Tra i primi a complimentarsi con lui anche due volti noti ai tifosi biancoscudati: «Conosco molto bene Baccolo e Riamondi, ogni giorno mi chiedevano se avessi firmato. Adesso voglio dare il massimo, questo è il mio sesto campionato in serie D e posso assicurare che ci sarà da sudare. È un torneo duro, poco spettacolare ma di grande fisicità». I tifosi l’hanno fatto capire: vogliono subito la Lega Pro. «Ed è giusto che sia così, siamo il Padova e anche noi giocatori dobbiamo entrare in quest’ottica, non ci sono alternative».

Intanto ieri è arrivato in città un altro acquisto, il 19enne Elia Bruzzi, giunto in prestito dal Livorno: «Lo scorso anno ho anche esordito in serie A contro la Lazio», le sue prime parole, «ma in questa stagione, una volta capito che non avrei trovato spazio in prima squadra, mi sono guardato attorno. Sono finito in serie D, eppure Padova non c’entra niente con questa categoria. Per conferma mi è bastato vedere il video della presentazione ai tifosi che mi ha mostrato Dionisi». Le sue caratteristiche? «Posso giocare esterno o dietro la punta, il mio punto forte credo che sia la tecnica, mentre devo migliorare dal punto di vista aerobico. L’ impatto con la squadra è stato buono, abbiamo tutto per raggiungere l’obiettivo del salto di categoria».

Alla Guizza ieri è sbarcato anche Samuel Condino, il primo dei due rinforzi prelevati dal San Paolo, e che si è aggregato alla Juniores. Oggi firmerà, e si allenerà agli ordini di Parlato, invece, l’altro ex gialloblù, Filippo Pittarello. «Sono due investimenti societari», spiega il direttore sportivo Fabrizio De Poli. «La rosa che metteremo a disposizione dell’allenatore alla fine sarà composta da 25-26 giocatori, cerchiamo ancora una punta e un mediano». Oltre a Bedin è stato tesserato anche Aperi, mentre Montinaro, per questioni burocratiche, non sarà disponibile per la gara di domani di Coppa Italia contro la Virtus Vecomp Verona. Oggi rifinitura alle 10.30 all’Euganeo, dopodichè Parlato diramerà la lista dei convocati per la sfida con gli scaligeri.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy