Fatta per Nichele, domani possibile debutto in Coppa

Fatta per Nichele, domani possibile debutto in Coppa

Commenta per primo!

È stata una trattativa lunga e complicata, ci sono volute settimane di tira-e-molla tra le parti, smentite di rito e telefonate al veleno dall’una e dall’altra sponda. Ieri, finalmente, la situazione si è sbloccata: Matteo Nichele, centrocampista bassanese classe 1981, sarà oggi ufficialmente un giocatore dei Biancoscudati Padova. L’ultimo tassello, il puntello che completa la rosa a disposizione di mister Parlato, è atteso ai campi della Guizza per il primo allenamento con la sua nuova squadra alle 15. La trattativa. Sono state settimane tese sull’asse Padova-Piacenza. Nichele, prossimo alla nascita di un figlio, aveva da diversi giorni richiesto la rescissione contrattuale alla società emiliana di Lega Pro, intenzionato a riavvicinarsi a casa in un modo o nell’altro. Le prime “voci” di un interessamento del Padova, però, avevano messo sull’attenti la società piacentina, che di fronte all’immediato ingaggio del giocatore da parte dei veneti si sarebbe ritrovata beffata: senza un elemento di spicco e senza nemmeno un soldo in cassa per il trasferimento. L’accordo, alla fine, è arrivato: Nichele si trasferisce a Padova con la formula del prestito oneroso, i dettagli sono stati definiti ieri tra le due società, che si sono tenute in costante contatto per via telematica, e oggi dovrebbe arrivare il deposito ufficiale del tesseramento con i Biancoscudati. Il nullaosta del Piacenza è già arrivato ieri, l’idoneità agonistica, conseguita all’inizio della stagione sportiva, pure: per questo Nichele sarà alla Guizza, e sosterrà il primo allenamento agli ordini di Carmine Parlato. L’ultimo scoglio. Con il suo ingaggio, la rosa del Padova è completa in ogni reparto. Rimane solo da risolvere l’ultima “grana”, quella del tesseramento di Alessandro Cesca. L’attaccante, giunto la settimana scorsa dal Rimini, non ha potuto essere in campo contro l’Union Pro per motivi burocratici: la rescissione contrattuale con la sua precedente squadra, infatti, era stata depositata in Lega Dilettanti a mano, in formato cartaceo. Un imprevisto che ha rallentato i tempi: sono passati diversi giorni prima che a Roma procedessero alla digitalizzazione del documento, con la quale, probabilmente già nella mattinata di oggi, sarà possibile procedere al tesseramento ufficiale. Sia l’attaccante friulano che il centrocampista bassanese domani sera potrebbero essere tra i convocati del derby con il San Paolo di Coppa Italia. Magari partendo dalla panchina, ma dopo averli visti in tribuna, insieme, ad assistere a Padova-Union Pro, c’erano davvero pochi dubbi sul fatto che il loro futuro sarebbe stato biancoscudato

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy