FINALE Coppa Italia Lega Pro, Padova-Pordenone 0-1 (28′ Cattaneo)

FINALE Coppa Italia Lega Pro, Padova-Pordenone 0-1 (28′ Cattaneo)

Segui con noi, a partire dalle ore 17.15, Padova-Pordenone, gara valevole per la fase eliminatoria a gironi della Coppa Italia di Lega Pro 2015-2016, in diretta dallo Stadio Euganeo.

Padova (4-3-1-2): Petkovic; Dionisi, Niccolini, Diniz, Favalli; Ilari, Bucolo, Giandonato (57′ Ramadani); Cunico (75′ Bearzotti); Neto Pereira, Altinier (46′ Petrilli). A disposizione: Favaro, Fabiano, Anastasio, Turea. Allenatore: Parlato.

Pordenone (4-2-3-1): Tomei; Cosner, Pasa, Stefani, Boniotti; Pederzoli, Mandorlini; Cattaneo, Baruzzini (56′ Buratto), Valente (80′ Finocchio); De Cenco (91′ Berardi). A disposizione: D’Arsiè, Talin, Savio, Castelletto. Allenatore: Tedino.

Arbitro: Zingarelli di Siena (assistenti Colinucci e Zambelli).

Note: ammoniti Bucolo e Ramadani. Spettatori paganti 1634.

 

SECONDO TEMPO

94′ Triplice fischio del direttore di gara: Padova che cade in casa contro il Pordenone per 1-0 terminando così il proprio cammino nella Coppa Italia di Lega Pro. Prima sconfitta interna della gestione Bergamin-Bonetto. Secondo tempo della gara pressoché totalmente a tinte biancoscudate, con gli uomini di Parlato in controllo del pallino del gioco ma eccessivamente fumosi ed imprecisi. Unici (e pochi) pericoli verificatisi dalle parti di Tomei frutto infatti solamente di iniziative personali. Il tecnico napoletano avrà decisamente di che lavorare in settimana.

93′ Debole conclusione di Bearzotti su traversone dalla destra di Petrilli. Tomei controlla senza problemi.

91′ Ultima sostituzione ospite: dentro Berardi, fuori De Cenco.

90′ Quattro minuti di recupero. Padova vicino alla prima sconfitta interna della gestione Bergamin-Bonetto.

89′ Cross teso di Petrilli in direzione di Ilari, Tomei anticipa ancora una volta.

87′ Niente da fare, ogni azione biancoscudata svanisce nel nulla una volta che il pallone transita sulla trequarti neroverde.

83′ Nuovo corner in favore del Padova: nulla di fatto, complice l’applicazione di uno schema poco comprensibile da parte degli uomini di Parlato.

81′ Padova ancora in avanti alla ricerca del pari, ma la lucidità si riconferma non ai massimi livelli.

80′ Seconda sostituzione ordinata da mister Tedino con Valente che lascia il posto a Finocchio.

76′ Doppio corner in favore del Padova, il secondo dei quali si conclude con un tiro di Bearzotti dal limite dell’area che termina alto sopra la traversa.

75′ Terzo ed ultimo cambio biancudato: fuori Cunico, dentro Bearzotti. Nulla cambia relativamente al modulo di gioco.

74′ Fase di stanca della gara, Padova che dovrebbe sicuramente aumentare i ritmi per cercare quantomeno di pareggiare la gara.

69′ Cartellino giallo ai danni del neoentrato Ramadani.

67′ Ottima chiusura di Diniz su conclusione mancina di De Cenco.

65′ Conclusione di Ramadani su appoggio di Cunico che non impensierisce Tomei.

61′ Fiammata biancoscudata sull’asse Neto Pereira-Petrilli con il brasiliano che imbecca sulla corsa l’ex Martina, abile ad eludere la marcatura di un avversario ed a concludere verso la porta di Tomei. L’estremo difensore neroverde si fa però trovare attento e respinge.

59′ Padova che continua a confermarsi impreciso in fase di costruzione.

57′ Sostituzione anche per il Padova: l’ultimo arrivato Ramadani subentra a un Giandonato oggi in chiaroscuro.

56′ Secondo cambio della gara: tra le fila del Pordenone Buratto prende il posto di Baruzzini.

54′ Padova più offensivo, Pordenone che cerca di rintuzzare le manovre biancoscudate alla ricerca del contropiede giusto per chiudere la gara.

46′ Ripartiti. Palla al Padova

46′ Cambio di modulo per mister Parlato, che sostituisce Altinier con Petrilli passando così al 4-2-3-1 con Bucolo e Giandonato ad agire in mediana ed il rodato trio della scorsa stagione Ilari-Cunico-Petrilli a supportare in avanti l’unica punta Neto Pereira.

 

PRIMO TEMPO

45’+1′ Squadre negli spogliatoi, Padova-Pordenone 0-1. Possesso-palla maggiormente in mano biancoscudata ma la manovra degli uomini di Parlato appare fumosa ed a tratti confusionaria. Pordenone invece maggiormente pungente e concreto (complice qualche “svista” della retroguardia di casa), come d’altra parte dimostra il parziale maturato al termine di questi primi 45′. Occorreranno ora tre gol ai biancoscudati nel corso del secondo tempo per passare il turno.

45′ Un minuto di recupero.

44′ Lancio di Giandonato in direzione di Altinier, Tomei intercetta in presa bassa.

42′ Ancora Bucolo da fuori area: Tomei controlla senza difficoltà.

39′ Parlato inverte le posizioni di Bucolo e Giandonato. Nel frattempo, mandato a scaldarsi Nicola Petrilli.

38′ Neto Pereira cerca l’iniziativa al limite dell’area: conclusione debole che termina a lato, complice la pressione di due difensori neroverdi.

37′ Punizione dai venticinque metri di Giandonato: Tomei controlla in due tempi.

33′ Punizione in favore del Pordenone dal lato corto dell’area di rigore: la barriera respinge.

28′ Gol del Pordenone. Manovra ospite sulla catena di destra, traversone di Valente che giunge sui piedi di un indisturbato Cattaneo lesto a trafiggere in diagonale Petkovic. Passaggio del turno lontano: il Padova necessiterebbe ora di tre gol.

25′ Monologo Padova in questa fase di gioco: retroguardia friulana presa nuovamente in controtempo, Neto Pereira cerca il filtrante per Altinier, provvidenziale però l’anticipo di Boniotti.

24′ Doppio tentativo di Bucolo da fuori area: prima conclusione respinta da Tomei, seconda che termina alta sopra la traversa.

23′ Ancora Padova in avanti con Favalli che ruba palla sulla sinistra, traversone deviato, Altinier ciabatta la sfera dal limite dell’area.

22′ Conclusione alta sopra la traversa da parte del centrocampista scuola Juve.

21′ Punizione da posizione più che interessante assegnata in favore dei biancoscudati. Giandonato sul pallone.

19′ Altro rischio per il Padova con Favalli che si lascia scappare Cattaneo, palla tesa per De Cenco, che in spaccata non riesce a centrare lo specchio della porta a pochi passi da Petkovic.

18′ Bel suggerimento di Giandonato (impiegato come mezz’ala) per Altinier, ma il direttore di gara ferma tutto per fuorigioco.

12′ Ilari cerca di imbeccare Neto Pereira, palla imprecisa che favorisce l’intervento della difesa ospite. Sul successivo ribaltamento di fronte il vivace Valente (già avversario del Padova la scorsa stagione con la maglia del Legnago) cerca di seminare il panico sulla sinistra, ma senza successo.

9′ Fulminea incursione in area di rigore di Neto Pererira, palla tesa al centro per Altinier ma la retroguardia neroverde è abile a rifugiarsi in corner anticipando l’ex Mantova ed Ascoli.

6′ Occasione Pordenone: conclusione a giro di Valente dal vertice sinistro dell’area di rigore biancoscudata, volo plastico di Petkovic a sventare il pericolo.

3′ Ritmi di gara come prevedibile molto blandi in questi primissimi minuti di gara, ma è il Padova a manovrare il gioco nella metà campo ospite.

1′ Partiti! Palla al Pordenone.

 

PREPARTITA

Ore 17.29 Squadre in campo sulle note di “Ma quando torno a Padova”.

Ore 17.25 Desolante la presenza di pubblico sugli spalti vuoi per la scarsa attrattiva della gara, vuoi per il periodo ancora estivo e l’elevata temperatura, vuoi per la concomitanza del big match di Serie A Roma-Juventus.

Ore 17.20 In campo tra le fila del Pordenone di Bruno Tedino entrambi gli ex biancoscudati presenti nella rosa neroverde: Pasa e Pederzoli.

Ore 17.15 Mister Parlato riconferma in questa seconda gara di Coppa Italia il modulo iniziale utilizzato a Mantova, ossia il 4-3-1-2, con Cunico a supportare in avanti il tandem Altinier-Neto Pereira. Presente sulla catena di sinistra il neoarrivato Alessandro Favalli, solo panchina invece per Fabiano, titolare al Martelli.

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy