Iachini salva la panchina e il Padova esce con le ossa rotte dalla prima casalinga del 2012

Iachini salva la panchina e il Padova esce con le ossa rotte dalla prima casalinga del 2012

Commenta per primo!

PADOVA           1

SAMPDORIA    2

PADOVA: Pelizzoli, Donati Legati, Schiavi, Renzetti, Bovo, Italiano (18’st Marcolini), Cuffa (35’st Jidayi), Cutolo, Rupolo (1’st Hallenius), Lazarevic

A disp.: Perin, Franco, Trevisan, Drame

All.: Dal Canto

SAMPDORIA: Romero, Berardi, Gastaldello, Rossini, Castellini, Padalino (25’pt Palombo), Obiang, Kristcic, Juan Antonio, Pozzi (35’st Piovaccari), Bertani (42’st Rispoli)

All.: Da Costa, Costa, Foggia, Palombo, Laczko

All.: Iachini

Arbitro: Ciampi di Roma

Ammoniti: Gastaldello, Pozzi, Krstcic

Espulsi: Bovo

Reti: 18’pt Pozzi, 11’st Bertani, 17’st Bovo

Note: Un minuto di raccoglimento per le vittime del naufragio della nave Concordia avvenuto ieri al largo dell’Isola del Giglio

In tribuna Fattori appare un lungo striscione con la frase di Cicerone: DELIGERE OPORTET QUEM VELIS DILIGERE (Bisogna scegliere chi si vuole amare)

Primi minuto di gioco blandi, le squadre si studiano e cercano di sfruttare qualche buono spunto. Ma è la Samp al 18′ che trova il vantaggio: Bertani liberissimo sulla sinistra entra in area e serve un assist a Pozzi che appoggia facilmente in rete. Erroraccio della difesa biancoscudata che ha lasciato fare a Bertani quello che voleva. Ghiotta chance per il Paova al 38′: Cutolo sulla sinistra si invola verso l’area, serve Lazarevic che sfiora la palla ma manca l’aggancio per appoggiare in rete. Al 43′ due angoli consecutivi per il Padova. Ruopolo spizza di testa il corner di Italiano ma Romero para, dalla bandierina ancora Italiano e Romero smanaccia via il pallone che arriva però a Cutolo: alto sopra la traversa.

Nella ripresa il Padova torna in campo con Hallenius al centro dell’attacco in sostituzione di Ruopolo.

All’11 raddoppio della Samp: gran gol dalla distanza di Bertani: la palla tocca l’interno del secondo palo e gonfia la rete.

Risponde il Padova al 17′ accorciando le distanze con un tiro da fuori area di Bovo che colpisce al volo su assist Lazarevic e sorprende Romero. Ora i biancoscudati insistono alla ricerca del pareggio, ma alla mezzora viene espulso proprio Andrea Bovo. Non è chiara però la dinamica che ha portato al rosso diretto per il centrocampista: il mestrino aveva subito fallo ma il guardalinee Bagnoli non aveva segnalato l’irregolarità. Bovo avrebbe protestato probabilmente insultando l’assistente e Ciampi ha estratto il rosso. Pur in dieci il Padova non molla e va vicino al pari al 36′ con un diagonale di Hallenius che però angola male la traiettoria. Al 38′ Bertani sul filo del fuorigioco si porta quasi a tu per tu con Pelizzoli che para con il piede.

Sul ribaltamento di fronte il Padova ha una chance con Jidayi che per due volte vede ribattuto il suo tiro da un avversario.

Al 41′ altra decisiva parata di Pelizzoli su Piovaccari. L’ex “imperatore” di Cittadella ci riprova al 44′ con un pallonetto, ma Schiavi si oppone col corpo. Al 46′ batti e ribatti in area blucerchiata, forcing del Padova che non si dà per vinto.

FInisce 2-1 per la Sampdoria, un risultato che non rende giustizia ad un Padova che nel secondo tempo ha ampiamente dimostrato di meritare il pareggio.

Arbitro contestato dai tifosi, e non si può dar loro troppo torto perché Ciampi oggi ha diretto la gara con qualche errore di troppo.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy