Il Mattino: Mutti si sente tradito, si aprono scenari imprevedibili

Il Mattino: Mutti si sente tradito, si aprono scenari imprevedibili

Da Il Mattino di oggi:

Bortolo Mutti resiste, temprato da mille battaglie e appoggiato da una società che dichiara piena fiducia in lui. Il giorno dopo il terremoto in casa biancoscudata, con la fuga di notizie sul malessere diffuso della squadra nei confronti del tecnico, la società serra le fila e si trincera nel silenzio. Mostrando però piena fiducia nei confronti del tecnico. Ovvio quindi che Mutti, nonostante si senta tradito dai giocatori, abbia deciso di proseguire nella sua difficile avventura. Allenamento annullato. Ieri pomeriggio, è stata annullata la seduta in programma a causa delle cattive condizioni del terreno di gioco di Bresseo. I biancoscudati si sono allenati soltanto in mattinata, quando hanno svolto una seduta un po’ più allungata, prima di restare a casa nel corso dell’uggioso pomeriggio. Una scelta che ha un po’ insospettito tutti, anche se non sembrano esserci motivi misteriosi sulla decisione di non disputare l’allenamento pomeridiano, con i giocatori che torneranno in campo già oggi per una doppia seduta. Ieri Mutti è rimasto quindi a stretto contatto con i dirigenti, che continuano a professare massima fiducia in lui, anche se si trovano a dover gestire una patata bollente. In questi giorni si sta cercando di ricucire lo strappo, il tecnico sta provando a venire incontro alle richieste della squadra ma il malumore è difficile da cancellare così come sono difficili da ricostruire i rapporti interni. L’allenatore sa che un gruppo di senatori ha chiesto al presidente Penocchio, prima dell’ultima gara del girone d’andata ad Avellino, di cambiare guida tecnica. Per questo è molto infastidito, nonostante senta l’appoggio della dirigenza. Ma per quanto durerà la fiducia? Al netto delle dichiarazioni di facciata, con uno scenario così cupo non si può escludere nulla, nemmeno che a conti fatti venga sacrificato il tecnico, sebbene sembra la soluzione meno percorribile. Il presidente Penocchio è rientrato da poco in Italia dopo un periodo all’estero e in questi giorni, forse già oggi, è atteso a Bresseo. Quindi dovrebbe anche esporsi pubblicamente, nei confronti di una piazza smarrita e seriamente preoccupata vista la situazione di classifica. Fuggi fuggi. A questo punto si rischia seriamente di dar via a un fuggi fuggi generale da Bresseo. La società ha risposto a muso duro alle richieste dei giocatori di cambiare il tecnico e non ha escluso alcuna cessione. Lo spogliatoio, già rivoluzionato la scorsa estate, ha faticato a compattarsi, tanti giocatori sono in prestito, a molti è già stato detto che non fanno più parte del progetto, e il resto del gruppo è ovviamente spaesato. Detto ciò, per salvare il salvabile, si dovrebbe ripartire da due pedine cardine come Cuffa e Pasquato, con quest’ultimo che ha ricomposto il rapporto con Mutti e spera di riuscire a dare un’impronta decisiva alla salvezza. Il capitano, invece, per quale il rinnovo sembrava solo una formalità qualche mese fa, ha ricevuto tante testimonianze d’affetto dai tifosi e proverà a vincere anche questa battaglia. Ma gli altri? Non paiono più intoccabili nemmeno Santacroce e Modesto. 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy