Il nuovo Padova: Plebiscito e società  “snella”

Il nuovo Padova: Plebiscito e società  “snella”

Giuseppe Bergamin e Roberto Bonetto proseguono spediti nella costruzione del nuovo Padova. L’appoggio del sindaco ha dato la “benedizione” finale alla loro società che, di fatto, sarà riconosciuta come la squadra ufficiale della città, tramontata definitivamente la possibilità di far convogliare tutti gli sforzi sotto il vecchio vessillo dell’ACP 1910. Nè Bitonci, nè Bergamin hanno intenzione di sedersi al tavolo con Diego Penocchio, nonostante le parole di apertura dell’imprenditore bresciano e l’intenzione (dichiarata nelle ultime interviste e nel comunicato di ieri) di farsi da parte dal più presto. I primi annunci riguardo al nuovo Padova dovrebbero già arrivare nella giornata di oggi (si parla di organigramma snello, con una figura di riferimento alla “Marchetti”, nel ruolo di direttore generale), mentre sembra già deciso che le partite casalinghe verranno disputate al Plebiscito, con l’Euganeo che diventa invece la casa ufficiale del San Paolo. La prossima tappa sarà il pronunciamento della LND e della Federazione: ci sono altissime possibilità che il nuovo Padova venga ammesso alla serie D, ma non è da escludere un declassamento all’Eccellenza (in quel caso la cifra per l’iscrizione passerebbe da 300.000 a 100.000 euro).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy