Macalli: “Nessun favore al Padova, da noi si rispettano le regole”

Macalli: “Nessun favore al Padova, da noi si rispettano le regole”

“Ci sono dei comunicati ufficiali che indicano tempi e scadenze e non daremo un minuto in più, neanche se ci fosse la Juventus, perché da noi si rispettano le regole”. E’ la draconiana sentenza pronunciata dal numero uno della Lega Pro, Mario Macalli, a proposito di un possibile rinvio delle scadenze per l’iscrizione al prossimo campionato, auspicato da Marcello Cestaro. “È naturale – continua Macalli, intervistato da Il Gazzettino – che chi sta nel calcio non goda per le società in difficoltà, Padova compreso a cui faccio un grande in bocca al lupo. Al tempo stesso io faccio solo il notaio e ci sono regole che vanno rispettate. Le scadenze sono quelle: chiedere di allungarle è solo una perdita di tempo. Mai abbiamo fatto deroghe e mai le faremo”. Poi Macalli tuona contro le categorie superiori: “Chi scende dalla B deve essere in grado di farlo senza traumi e se succede che il 90% delle squadre retrocesse poi cessa di esistere, vuol dire che qualcosa non funziona, a maggiore motivo se viene loro permesso di iscriversi pur se piene di debiti. Se non si ha possibilità di fare calcio si sta a casa”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy