Mercato Padova, Neto Pereira vicino. Arriva un giovane terzino dal Venezia

Mercato Padova, Neto Pereira vicino. Arriva un giovane terzino dal Venezia

Il Padova si avvicina sempre di più a Neto Pereira, ma la fumata bianca ancora non c’è. Il centravanti brasiliano, 36 anni, si svincolerà dopo il fallimento del Varese e ha già espresso il suo gradimento a scendere di categoria e accasarsi a Padova. La volontà di Fabrizio De Poli è quella di riuscire a portare il giocatore in ritiro a Pieve di Cadore già domani sera, ma prima va trovato l’accordo sulla durata del contratto. Si parla di un biennale ma ancora non c’è un’intesa, le parti si riaggiorneranno oggi. C’è ottimismo anche se il ds non si sbilancia: «Stiamo parlando». Una trattativa, invece, che è praticamente definita è quella per il terzino destro. Il Padova ha piazzato un colpo in prospettiva, prelevando dal Venezia fallito il 18enne Marco Dell’Andrea, che lo scorso anno ha collezionato 11 presenze in Lega Pro ed era appetito anche in serie B. Per ufficializzare l’intesa si aspetta solo il foglio di svincolo, che arriverà dopo che la radiazione del Venezia sarà ratificata dalla Figc. Intanto, il ragazzo partirà per Pieve, così come gli altri giocatori che hanno firmato ieri: l’esterno Oleg Turea proveniente dall’Este, il terzino sinistro Armando Anastasio del Napoli e il portiere Gaetano Pardo, ex Virtus Volle (Eccellenza campana). Sempre ieri hanno firmato e sono stati presentati anche i due difensori Fabiano (contratto annuale) e Marcus Diniz (biennale). Quest’ultimo arriva dal Lecce e aveva anche richieste in serie B: «Ma la proposta del Padova vale più di tutte», le sue prime parole. «In tempi come questi è difficile trovare una società seria come quella biancoscudata e ho preso al volo quest’occasione. Ho voglia di mettermi in mostra e restare a lungo». Con il nuovo compagno di reparto si conosce da tempo: «Finalmente potremo giocare insieme, visto che finora ci siamo allenati solo in un ritiro con il Monza», sorride Fabiano, ex Martina. «Noi “vecchi” avremo grandi responsabilità, ma non mi spaventa. È vero che mi voleva la Juve Stabia, ma avevo già dato la mia parola al Padova e sono felice di essere arrivato».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy