Padova, cinque i nomi sulla lista dei partenti in vista del mercato di riparazione

Padova, cinque i nomi sulla lista dei partenti in vista del mercato di riparazione

Commenta per primo!

Manca ormai davvero poco all’inizio del mercato di riparazione di Serie D, che aprirà i battenti il primo dicembre e si concluderà quindici giorni più tardi. E sembra proprio che la Biancoscudati Padova voglia approfittarne per migliorare ulteriormente una squadra che, classifica alla mano, sta viaggiando a ritmi mozzafiato, di pari passo con l’Altovicentino. Se dunque nuovi innesti sembrano in procinto di approdare all’ombra del Santo, è automatico che qualcuno debba far loro spazio in una rosa che comprende ben ventisette elementi.

Secondo quanto da noi raccolto, sarebbero cinque i nomi principali sulla lista dei partenti: in primis quelli di Matteo Montinaro e Genny Russo, delusi dallo scarsissimo minutaggio che stanno accumulando in biancoscudato, e di conseguenza vogliosi di cambiare casacca per giocare con continuità (nessuno dei due ha infatti convinto più di tanto Parlato in questi mesi). Per quanto riguarda la situazione del giovane terzino sinistro, è inoltre cronaca di questa mattina un censurabile battibecco avvenuto in allenamento tra quest’ultimo e Salam Denè conclusosi con la richiesta di mister Parlato di pubbliche scuse da parte del napoletano verso il suo compagno di squadra, apostrofato in malo modo. Un infelice episodio che sa tanto di imminente addio per Russo. Leggermente diversa è invece la situazione di Mattin e Formigoni, anch’essi piuttosto scontenti del loro scarso impiego nel corso di questa prima parte di stagione. In questo caso, però, l’intento della società sarebbe quello di non cederli, poiché, con il bagaglio tecnico di cui dispongono, rappresentano valide alternative agli intoccabili Nichele, Segato e Mazzocco, tanto più rientrando entrambi nella categoria degli under 20. Vedremo se alla fine prevarrà la loro volontà o meno. Infine, incerto è anche il futuro dello stesso Denè, non ancora sceso in campo in gare ufficiali a causa di fastidiosi infortuni che lo hanno tediato sin dal ritiro di Asiago. Solamente in queste ultime settimane ha ripreso ad allenarsi regolarmente con il resto del gruppo. Troppo poco per aver messo nelle gambe l’adatto ritmo-partita e per aver assimilato gli schemi ed i moduli di mister Parlato.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy