Penocchio: “Fiducia totale in Marcolin. Crediamo nel nostro organico” (video e testo)

Penocchio: “Fiducia totale in Marcolin. Crediamo nel nostro organico” (video e testo)

Commenta per primo!

Diego Penocchio ha indetto per oggi, ore 13.45, una conferenza stampa per parlare dell’attuale situazione del Padova, alla luce anche dell’incontro avvenuto ieri a Coverciano con la Lega e l’AIA. Segui la diretta testuale su PadovaSport, appena terminata la conferenza stampa sarà disponibile in home page il video integrale con le domande dei giornalisti. Sulla pagina facebook di PadovaSport (clicca qui), metti “mi piace” per vedere tutte le foto in tempo reale

15.31:  Penocchio: “Abodi mi ha fatto capire che era meglio forse, in un’ottica buonista, proseguire la gara. Ma poi con onestà intellettuale mi ha dato ragione, ammettendo che il regolamento non è chiaro”.

15.20: Penocchio sul black-out: “Bonacini si è stupito della mia telefonata? Per me era un atto civile, gli ho spiegato i motivi del nostro ricorso. Ad Abodi ho fatto presente che esiste un buco nel regolamento. La polemica tra noi e il Carpi è nata per quello. Le regole andrebbero cambiate. Esiste comunque il principio della responsabilità oggettiva. Sarà la squadra che non ha potuto garantire lo svolgimento a fare ricorso per capire se esistono le cause di forza maggiore”.

15.05: Penocchio: “Non mi sento sul banco degli imputati, sono sereno. È chiaro che tutto è perfettibile, abbiamo operato con grandissimo impegno e buona fede ritenendo di aver fatto il meglio possibile. Ma il calcio non è una scienza esatta, se si ravvisano delle responsabilità imputabili a qualcuno, ne prenderemo atto. Ma ripeto non ci saranno capri espiatori”.

15.04: Penocchio: “Bonazzoli non è il tipo di giocatore su cui vogliamo puntare, cioè un attaccante spilungone che spizzi la palla di testa. Tecnicamente non faceva al caso nostro”.

14.56: Penocchio: “Marcolin esonerato in caso di sconfitta a Empoli? Marcolin non si tocca, non ci sono capri espiatori. Si vince e si perde tutti assieme. Marcolin resta anche in caso di sconfitta contro il Latina. Cambio di modulo? Sarebbe da ottusi perseverare. Ma ricordate che non abbiamo costruito la squadra in modo granitico per il 4-3-3”.

14.46:  Penocchio: “Stiamo facendo investimento di un paio di milioni di euro per i campi di Bresseo. La palestra di Bresse attualmente sembra un fienile… Vogliamo fare anche il sintetico. I nostri investimenti riguardano anche le infrastrutture, non solo la squadra”.

14.33: Penocchio: “Manca una punta? La strategia di mercato si può fare in vari modi, ho letto che avremmo fatto una campagna acquisti al risparmio. Non mi sembra proprio, basta vedere il livello e il curriculum di molti dei nostri giocatori. Sul l’attacco ci si è basati sul modulo a due e tre punte. Ci siamo trovati alcune situazioni pregresse che abbiamo dovuto gestire, come Vantaggiato. Un giocatore comunque aldisotto dei trent’anni, ancora integro, che pochi anni fa faceva sfracelli in questa categoria. Non ha reso in passato per fattori esterni, vedi rapporto con presidente o tifosi. Con Vantaggiato abbiamo parlato da uomo a uomo, credo e crediamo in lui. Altri attaccanti? C’è Feczesin che può dare un contributo come prima e seconda punta. Abbiamo Ciano, un ottimo giocatore, Raimondi che conoscete, Pasquato che sta entrando in forma. Poi c’è Melchiorri, che ha sempre fatto gol, e noi crediamo in lui”. 

14.15: Penocchio: “Sono a vostra disposizione, prego con le domande. Il silenzio stampa? Volevano evitare di rilasciare commenti, dopo decisioni che ci hanno danneggiato. Volevamo raccogliere un po’ le idee. Se mi aspettavo un avvio così? A luglio ci siamo presentati senza proclami, con grande umiltà. Abbiamo promesso che ci saremmo impegnati per il Calcio Padova, ricominciando da zero. Abbiamo ristrutturato tutta l’area tecnica. Il poco tempo che abbiamo avuto a disposizione ci ha costretto a muoverci in un certo modo nel costruire la squadra, siamo arrivati all’inizio del campionato con diverse problematiche. Non dobbiamo farci prendere dall’isterismo e dall’emotivita, ma gli errori vanno corretti. Le valutazioni che abbiamo fatto mi lasciano sereno e tranquillo, certe prestazioni fin qui sono state condizionate da grossolani errori arbitrali. L’organico a disposizione è di tutto rispetto, siamo amareggiati ma anche sereni nello stesso tempo perché la rosa appunto ci fa ben sperare. Ho parlato con giocatori e tecnico e li ho rassicurati. Vanno aggiunti anche alcuni infortuni muscolari che ci hanno penalizzato, come Modesto e Vantaggiato. La riunione di ieri? Abbiamo ritenuto di portare nelle sedi istituzionali in modo fermo e deciso le nostre rimostranze, che sono state recepite. È un dato oggettivo che il Padova sia stato danneggiato, alcuni episodi hanno cambiato radicalmente il corso della partita”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy