Rigore inventato per l’Albinoleffe, il Padova perde dopo 18 gare di imbattibilità  in campionato

Rigore inventato per l’Albinoleffe, il Padova perde dopo 18 gare di imbattibilità  in campionato

ALBINOLEFFE  1

PADOVA           0

ALBINOLEFFE: Tomasig, Bergamelli, Cocco, Foglio (34’st Cisse), Cristiano (26’st Salvi), Laner, Daffara, Girasole (11’st Previtali), Hetemaj, D’Aiello, Piccinni.

A disp.: Offredi, , Malomo, Pacilli, Torri.

All.: Fortunato

PADOVA: Perin, Legati, Portin, Schiavi, Renzetti, Bovo (19’st Osuji), Milanetto (38’st Radrezza), Marcolini, Drame (15’st Cacia), Ruopolo, Cutolo

A disp.: Cano, Franco, , Italiano, Jidayi.

All.: Dal Canto

Arbitro: Giancola di Vasto

Ammoniti: Cocco, Cristiano, Ruopolo, Legati Piccinni, Osuji

Reti:  41’pt Cocco (R)

In uno stadio Atelti Azzurri d’Italia semi deserto la capolista Padova, sostenuta da una cinquantina di tifosi tesserati, affronta l’Albinoleffe affamato di punti. In campo dal primo minuto Milanetto e Ruopolo.

Fasi iniziali di gara abbastanza tranquille fino al 9′ quando Cutolo, servito ottimamente da Bovo, ubriaca due avversari e calcia a rete: Tomasig ci mette la pezza. L’Albinoleffe è sceso in campo con un atteggiamento molto aggressivo e non sembra intimorita dallo squadrone biancoscudato. Botta e risposta al 13′ e al 15′: prima un tentativo degli azzurri con palla che termina alta sulla traversa, poi i biancoscudati con Cutolo che crossa in area per la testa di Ruopolo ma Tomasig riesce ad arrivarci. Al 26′ ancora Albinoleffe con un tiro pericoloso di Girasole, ma Perin va in presa sicura. Al 28′ replica il Padova proprio con il numero 28 Ruopolo che sfrutta un cross di Renzetti ma il guardalinee segnala il fuorigioco prima che la palla si appoggi in rete. Al 33′ ancora una chance ghiotta per il Padova con due corner consecutivi: prima Milanetto dalla bandierina ma la palla in area viene ribattuta ed è ancra coner: Marcolini batte l’angolo,Portin la spizza, Bovo in allungo per un soffio si fa anticipare dalla presa di Tomasig. Al 41′ rigore per l’Albinoleffe per il fallo di Legati su Foglio, fallo molto dubbio perchè anche le immagini tv testimoniano che il difensore ha preso il pallone! Dal dischetto batte Cocco: tiro alto e centrale che si insacca sotto la traversa. Incredibile risultato all’Atleti Azzurri d’Italia! Galvanizzati dall’insperato vantaggio gli azzurri tengono inserita la quarta e mettono in difficoltà l’undici di Dal Canto.

Al 3′ della ripresa punzione per il Padova per un fallo su Drame: sulla palla Marcolini e Milanetto. Il primo appoggia per il secondo che restituisce per il tiro in porta del 7 troppo debole e facilmente intercettato da Tomasig. Reagisce il Padova al 7′ con un’azione corale che si conclude con il cross dal fondo di Marcolini per Legati che manca di un soffio l’aggancio sottoporta. Sottotono la prestazione odierna del centrocampista savonese.  Il Padova fatica ed è prevedibile, spesso predilige le giocate ad effetto alla concretezza e sta subendo il gioco degli avversari. Non si gioca male ma mancano l’incisività e la giusta cattiveria sottoporta. Dal Canto opta dunque per il primo cambio, inserendo la qualità di Cacia al posto della stanchezza e poca sostanza (quest’oggi) di Drame. Pochi minuti dopo dentro Osuji per Bovo (prestazione più che sufficiente oggi per il mestrino). Al 21′ l’Albinoleffe sfrutta il varco lasciato libero dal Padova in disimpegno e parte veloce in contropiede ma Celeste in area a pochi passi dalla porta calcia in curva. Padova un po’ allo sbando e irriconoscibile: pur giocando visibilmente meglio degli avversari non riesce a concludere e ad imporre il proprio gioco, mancando in quel carattere e quella determinazione che sono la peculiarità dell’undici di Dal Canto. Il mister biancoscudato al 38′ si gioca la carta giovani: dentro il primavera Igor Radrezza (protagonista assoluto nel 5-1 rifilato al Cittadella in Coppa Italia la scorsa settimana), fuori Milanetto. Al 43′ punizione di Marcolini dalla sinistra, Cacia spizza di testa ma centra la traversa! Ci si mette pure la sfortuna contro i biancoscudati che di certo meriterebbero almeno il pareggio. Cutolo in pieno recupero calcia alto sopra la traversa. Anche Nello stasera troppo lezioso. Finisce 1-0 per gli azzurri di Fortunato…..davvero molto fortunato stasera.

 

Troppi errori e poca concretezza nel Padova di stasera che perde la testa e tre punti che potevano confermarlo sulla vetta della classifica. E Dal Canto, non certo incolpevole in questa partita, perde la sua prima gara in campionato. Ma ad un Padova stellare si può perdonare anche un passo falso. Sabato col Brescia si scende di nuovo in campo e sarà un’altra partita.

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy