I tifosi ci scrivono, l’angolo delle vostre opinioni

I tifosi ci scrivono, l’angolo delle vostre opinioni

L’angolo delle vostre opinioni, scriveteci a info@padovasport.tv oppure sulla nostra pagina facebook

Mirco: Caro Stefano, scrivo sempre qui perchè ti considero il più bravo. Non so ancora quale sia la strada più giusta personalmente, perchè ognuna ha pro e contro, però volevo dirti grazie perchè hai posto l’attenzione su quella che è in effetti un’alternativa che può essere perseguita (e anzi sarà proprio così). Altri tuoi colleghi avevano subito parlato di impossibilità di iscrivere la squadra in D, invece non è per niente impossibile. Qualcuno dovrebbe informarsi prima di… informare.

Il fatto di essere rimasti soli e controcorrente non è certo un problema, caro Mirco, semplicemente crediamo in questa idea e non siamo malati di consenso come altri. Dispiace perchè quando si ha un’idea diversa dalla maggioranza, la prima cosa che ci si chiede è: “perchè lo fa? A chi giova? Chi lo paga?” senza entrare neppure nel merito della proposta, dell’idea stessa. Non parlo poi dei soliti attacchi di un collega in particolare, quello stesso collega che un anno fa si è fatto portavoce di un personaggio, quello sì, che ha rovinato il Calcio Padova. (Ste.Via.)

Carlo: Nell’agosto 2002 la Fiorentina fu dichiarata fallita per insolvenza: Diego Della Valle e il sindaco Leonardo Domenici fondarono una nuova società, in forma di srl, col nome di Fiorentina 1926 Florentia: benché la vecchia squadra fosse retrocessa in Serie B sul campo, non fu in grado di iscriversi al campionato cadetto, e la nuova società ripartì dalla C2. I viola raggiunsero il primo posto in solitaria, che mantennero fino al termine vedendosi promossi in C1. Nel maggio 2003, Della Valle rilevò marchio e colori sociali della A.C. Fiorentina la neonata società ne assunse quindi il nome. MI CHIEDO, IL NUOVO PADOVA NON POTREBBE FARE ALTRETTANTO?

Certo che potrebbe farlo! Ma ci vuole unione d’intenti Carlo!!! Il problema di questa particolare situazione che si è creata è che Cestaro (perchè il Calcio Padova 1910 è suo, non di Penocchio) non ha intenzione di fallire, il suo progetto era cercare fino all’ultimo di iscrivere la squadra in Lega Pro, poi una volta mancato il sostegno dell’imprenditoria a lui vicina e preso atto che il fratello Mario non gli ha concesso ulteriori margini di manovra, ha scelto di fare un passo indietro iscrivendosi in serie D. Ma non ha tenuto conto dell’iniziativa autonoma di Bergamin. Il punto è proprio questo: al momento ci sono due Padova e la nostra era la proposta più ragionevole per unire gli sforzi, riportare in vita l’ACP1910 e mandare via quei signori che l’hanno demolita (che non avrebbero ovviamente alcun interesse a rimanere). Molti mi chiedono perchè non l’hanno fatto prima. La risposta è semplice perchè non c’era la liquidità necessaria, il passo indietro dipende da quello. Iscriversi in Lega Pro costa molto di più di iscriversi in serie D. (Ste.Via.)

Tommaso: Ciao Stefano,

ho letto con interesse il tuo editoriale. Mi sono informato anche io e credo che la soluzione da te esposta sia di gran lunga la migliore. La sua fattibilità poi è fuori discussione.

L’unico dubbio che ho, e conditio sine qua non per la riuscita del “piano”, è la reale volontà di Pennocchio ed i suoi sgherri di sanare quanto da loro dovuto, iscrivere la squadra e poi lasciare.

A quale pro? Evitare ulteriori indagini su recenti e poco trasparenti gestioni? Dubito che lo faccia a fondo perduto…

Ad ogni modo, la mia opinione è che sia meglio la Terza Categoria come ACP 1910 che qualsiasi altra categoria con un nome diverso.

Complimenti per il gran lavoro.

Francesco: Ciao ,

ho letto con interesse la vostra proposta di risanare il Padova ma i conti non tornano proprio : parliamo di milioni di euro di debiti tra passata gestione e attuale gestione.

Volendo credere che la nuova/vecchia società riesca a generare utili , come potrà mai risanare i debiti in soli due anni. Non credo che voi possiate pensare che che questi signori metteranno soldi loro e che Cestaro vada oltre ai soldi già concordati ; tra l’altro se Cestaro con pochi milioni di euro fosse a posto , perchè non l’avrebbe fatto settimane fa? La soluzione della cordata già inserita nell’attuale società come garante del risanamento non può funzionare perchè l’avrebbero già fatto se c’era la possibilità e la volontà (nessuno vuole mettere in piazza i bilanci…) Padova primo Amore per sempre.

Vedi risposta sopra (Ste.Via.)

Giorgio: Ciao Stefano,sono tuo assiduo lettore come altri moltissime volte sono state concorde con le tue valutazioni ma pur rispettando le tua opinioni sul futuro del calcio Padova sta volta discordo con la tua opinione seppur avvolarata da una tesi documentata e ti dico che sta volta hai fatto un buco nell’acqua ma posso anche sbagliarmi.

La condotta di Penocchio fino ad ora e anche quella di Cestaro mi fanno propendere per assicurarti che anche se teoricamnete fattibile la tua teoria non è praticabile Penocchio non ha liquidità per nessun tipo di operazione ed solo un presta nome passato per Padova la famiglia Cestaro a sua volta non spenderà nessun euro per il Padova perchè se avessero voluto evitare il rischio di bancarocca ci avrebbero iscritti mia valutazione personale, parlando nei nuovi personaggi Bergamin & Company non vedo perchè dovremmo avere preclusioni al pari di Penocchio uno ci fatto falire gli altri hanno tutto d dimostrare su Chesi ti do ragione sul suo cv di Bergamin a fattto bene finchè a seguito il Villafranca chiaro è dilletantismo ma qualkcosa ha fatto. Ultimo ma non trascurabile le voci riguardntemente Mauro marotto persona da me stimata e difesa anche con amici che l’hanno sempre additato come una persona in cerca di pubblicità cosa che non ho mai creduto ! Se le voci del corrie

 re del veneto di un suo eventuale entrata nel Treviso calcio sono vere sarebbe per me una grossa delusione ….. ed errore di valutazione Forza Padova sempre !! un caro saluto

Riguardo a Marotto, so che ci sono interessi commerciali tra lui e il presidente del Treviso. Ma non c’è ancora niente di ufficiale. (Ste.Via.)

Matteo S.: Non si capisce questo accanimento di alcuni contro padovasport, ben venga un giornalismo propositivo come il vostro (altro che i live di copia-incolla). Poi si può essere d’accordo o meno, ma siete stati molto precisi e la proposta non era campata per aria. Capisco che parlare con certi tifosi è impossibile…..

Ma io capisco lo stato d’animo della maggiorparte dei tifosi: sono tutti incazzati, ed è normale. C’è gente che non ha dormito per notti intere. Noi abbiamo solo cercato di far emergere una proposta che ci sembrava ragionevole. Poi, se dovesse andare avanti Bergamin e se l’ACP dovesse fermarsi, forza Bergamin! (Ste.Via).

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy