Con Colomba alcune novità  ma è ancora troppo presto!

Con Colomba alcune novità  ma è ancora troppo presto!

Allenatore di calcio, opinionista sportivo, consulente calcistico

Commenta per primo!

Dopo la bella ma anche fortunata vittoria di La Spezia c’è una discreta attesa per la prima di mister Colomba all’Euganeo che presenta il suo Padova ridisegnato in un 4-4-2.

Anania in porta e difesa a quattro schierata con Cionek che scala a destra, Legati e Trevisan che ritornano a far coppia centrale come ai ‘vecchi tempi’, la novità è un riconfermato Piccinni nonostante il rientro del ‘titolare’ Renzetti che scala in avanti a far l’esterno di centrocampo alto a sinistra. Dalla parte opposta Rispoli per tentare di sfruttare tutta la sua propulsione offensiva. Coppia centrale di centrocampo ‘forzata’ Ze Eduardo e Nwankwo (Cuffa, Viviani, Galli fuori per infortunio, De Vitis squalificato). In avanti riconfermata la coppia Farias-Cutolo che bene aveva fatto nella partita precedente.

La Ternata parte in uno schieramento ‘spavaldo’ simile ad un 3-4-3 con Brignoli in porta, trio difensivo Ciofani, Fazio e Lauro. A centrocampo da destra Dianda, Carcuro, Miglietta, Vitale. In avanti punta centrale Litteri supportato a sinistra da Ragusa e a destra da Nolè. Ma mister Toscano tira ben presto i remi in barca con l’infortunio di Nolè al 22′ e inserisce Botta che va a sistemarsi a centrocampo trasfomando la squadra in un 3-5-2.

Avrebbe avuto bisogno di sbloccare il risultato su quel palo di Renzetti forse il Padova per poter fare una partita diversa! Partita che invece, complice una Ternana rinunciataria e un Padova ancora lontano dall’essere una squadra che sa aggredire gli avversari, non si sblocca e si trascina fino al 90′ senza grandi sussulti.

Colomba (come dirà lui stesso in sala stampa) sta ancora cercando di trovare soluzioni e per il momento l’unica certezza sembra il 4-4-2. Per il resto gli interpreti sembrano ancora tutti da definire. Gli unici punti oggi inamovibili sembrano Cutolo e Farias, ma per il resto anche a causa di scelte dettate da infortuni sembrano ancora tutti in grado di giocarsi un posto da titolare.

La manovra sembra che voglia essere più avvolgente e più penetrante sulle fasce con gli esterni alti di centrocampo, ieri in particolar modo si è tentato di aggirare la Ternana in quei settori. Ma il problema più grosso ieri è stato che i due attaccanti pur facendo tanto movimento, hanno spesso agito troppo lontano dalla porta avversaria, venendo a recuperare palloni troppo bassi. Alcune volte siamo infatti arrivati a poter mettere palloni in area dalle fascie senza che nella stessa area ci fosse qualcuno per poter finalizzare l’azione. Qualcosa, come presenza in avanti è migliorato con l’inserimento di Granoche, ma non è l’uomo che può scardinare da solo le difese.

Dietro la difesa a quattro non ha subito particolari patemi, ma la Ternana di ieri non è squadra che può crear grossi pensieri. In mezzo Ze Eduardo e Nwankwo stanno giocando, ma bisognerà attendere qualche rientro per veder di cercare di capire qualcosa sul prossimo assetto in quel settore.

Peccato comunque perchè i 3 punti ai fini della classifica sarebbero stati ottimi!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy