L’analisi di Baldin: poteva essere tutto riaperto, e invece…

L’analisi di Baldin: poteva essere tutto riaperto, e invece…

Allenatore di calcio, opinionista sportivo, consulente calcistico

di Redazione PadovaSport.TV

Una vittoria avrebbe riaperto tutto, avrebbe rimesso in gioco il Padova!

La classifica avrebbe recitato: Padova 38, Cittadella 39, Novara 40, Varese 43, Ternana 45…

Avrebbe…

E invece siamo qui a masticare amaro perchè per l’ennesima volta abbiamo mandato tutto all’aria e ci ritroviamo nuovamente a 4 punti dal Cittadella, 5 dal Novara, 8 dal Varese e 10 dalla Ternana.

E una partita in meno…

Mister Serena cerca il ‘colpo gobbo’! Formazione confermata in 4-4-2 con esterni offensivi: Mazzoni in porta, coppia centrale formata da Kelic e Benedetti, esterno destro basso Ceccarelli e sinistro Almici. Iori è fuori e quindi tocca alla coppia Osuji-Moretti, con a destra Improta e a sinistra Pasquato. Coppia d’attacco oggi vista l’assenza di Melchiorri sono Vantaggiato e Rocchi.

Aveva vinto fuori a Brescia e poteva/doveva vincere in casa con il Bari: mai il Padova è riuscito quest’anno a far due vittorie di fila se non vado errato e questa era l’occasione giusta.

Niente da fare…il Padova incappa in una partita ‘sciagurata’ non ne indovina una e perde.

Prova all’inizio ad imbastire trame decenti sull’asse Vantaggiato-Rocchi con uno dei due che viene incontro e ‘serve dentro’ per l’altro che va sulla profondità: quelle giocate che son quasi un ‘dritto per dritto’ molto belle e allo stesso tempo difficili. Meno bene sulle fascie dove Improta e Pasquato hanno grosse difficolta a dare profondità alla manovra e Almici e Ceccarelli non riescono mai a dare sostegno offensivo. La regia di Moretti è volonterosa ma svanisce col passare dei minuti, ma tutto il Padova svanisce con il passare dei minuti…e il secondo tempo è di quelli che lasciano poche speranze e a nulla servono gli ingressi di Vinicius e Jelenic.

Serena a fine gara dirà “se siamo questi…non c’è alcuna speranza”. Purtroppo è così: il Padova di sabato non ha alcuna speranza, non ha mai hato l’impressione di poter riequilibrare la partita, se non di trovare una deviazione vincente negli ultimi due minuti di forcing dopo che Cuffa era riuscito ad accorciare le distanze.

Di una cosa sono quasi certo però e cioè che difficilmente questo Padova può fare a meno di Melchiorri: giocatore capace di scardinare le difese, di attrarre su di se attenzioni che possono favorire i compagni e di far pure gol.

Mister Alberti schiera il suo Bari in 4-3-3 con Guarna in porta, linea difensiva formata da Sabelli, Polenta, Ceppitelii e Calderoni. Centrale di centrocampo Fossati con i due ottimi interni Sciaudone e capitan Defendi. Il centravanti Cani (ex Padova) è supportato a sinistra da Galano e a destra da Nadarevic.

Non ha rubato niente il Bari, porta via il risultato pieno, fa 49 punti in classifica e secondo me bastano per la salvezza! Se mai bisognerebbe aprire un’altro discorso, ovvero se è giusto che debba salvarsi una squadra che è in fallimento a scapito di una in perfetta regola…al palzzo la risposta!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy