L’analisi di Baldin: Cittadella come complicarsi la vita, ma bene i tre punti

L’analisi di Baldin: Cittadella come complicarsi la vita, ma bene i tre punti

Il punto tattico sull’ultimo match del Tombolato

Commenta per primo!
I granata giocano una partita che per 80 minuti controllano discretamente bene e conducono per 2-0. Poi al 37′ la Pro Patria accorcia le distanze e gli ultimi minuti diventano un ‘patema’. Però…arrivano i tre punti e questo è fondamentale per la classifica considerando che le avversarie dirette hanno vinto, con il solo avvicendamento tra Feralpisalò e Bassano al terzo e quarto posto. Avvicendamento che però, in matematica, regala un punticcino in più di vantaggio sulla terza in classifica.
Mister Venturato continua nel suo 4-3-1-2 con Alfonso in porta, riconferma dopo la partita in quel di Cuneo, Nava a destra e ripropone De Leidi e Scaglia centrali con Benedetti a sinistra. “L’inossidabile” Iori è affiancato a centrocampo da Schenetti e da Lora a sinistra. In avanti il prescelto di giornata è Bizzotto assieme a Litteri con dietrio Chiaretti.
La partita inizia nel migliore dei modi con il Cittadella proprositivo e che tiene in mano il gioco, mentre la Pro Patria gioca di rimessa cercando di pungere affidando le ripartenze a Vetraino e a D’Alessandro. L’ispiratezza di Santana è importante nell’economia della squadra e il giocatore ieri ha fatto prestazione di qualità con acuti veramente pregevoli.
Litteri al 5′ con un gran gol rompe gli equilibri e Lora successivamente mette ‘quasi’ in cassaforte il risultato. Perchè quasi?…Perchè il 2-0 contro l’ultima in classifica sembrava essere un risultato sicuro e invece quel gol subito e i successivi minuti hanno fatto venire il patema d’animo ai tifosi presenti al Tombolato. Questo non deve succedere ad una squadra che ha obiettivi importanti!
0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy