Padova, il dovere dei 3 punti!

Padova, il dovere dei 3 punti!

Allenatore di calcio, opinionista sportivo, consulente calcistico

Padova in 4-3-1-2 o se vogliamo in una specie di centrocampo a rombo, perchè Milanetto (oggi al rientro dal primo minuto dopo molto tempo) gioca molto basso, praticamente davanti alla difesa e Bentivoglio gioca da trequartista dietro le punte, ma tiene una posizione talmente alta che spesso si trova a giocare in linea con loro da terza punta. A completare lo scacchiere Pellizzoli in porta, linea difensiva con Donati, Legati, Trevisan e Renzetti. A centrocampo i due ‘ mezzi’ sono Bovo e Cuffa. Le due punte scelte oggi sono Ruopolo e Cacia.

AlbinoLeffe in 4-4-2 classico con Offredi in porta Esterno destro difensivo Salvi, sinistro Cristiano. Coppia centrale Bergamelli e Piccinni. A centrocampo da destra verso sinistra Girasole, Laner, Previtali e Foglio. Le due punte davanti sono Germinale e il bravo Cocco (già 10 gol per lui in stagione).

Il gol iniziale  e subito un altro paio di occasioni, avevano illuso che la partita si mettesse in discesa, ma un retropassaggio sciagurato di Cacia innesca una ripartenza dell’AlbinoLeffe che si procura un calcio di rigore…tutto da rifare! Nonostante i due gol nei primi minuti non è una gran bella partita e i ritmi sono bassi! Il Padova prova ad alzarli, ma fa tanta fatica.

A seguito di un episodio si scatena una forte discussione: su un fallo assegnato al Padova che era dentro l’area e che l’arbitro ‘non vede’ dentro, viene assegnata una punizione dal limite ( il segnalinee in questo caso dovrebbe aiutare)! La partita si innervosisce e scatta qualche cartellino. Da qua in poi l’arbitraggio sarà molto impreciso!

Albino leffe si chiude nella sua metà campo, forte del pareggio raggiunto…cerca di attuare un discreta linea difensiva con attento fuorigioco, e in questo frangente le punte ci cadono spesso.

Il Padova fraseggia bene fino alla trequarti (arriva anche ai 5-6 passaggi di prima consecutivi) ma non riesce quasi mai a servire bene le due punte e a metterle fronte alla porta per la conclusione.

Alla mezz’ora circa finalmente quello in cui non eravamo riusciti: Milanetto con un lancio millimetrico mette Ruopolo fronte porta, controllo e ‘bolide’ sotto il primo incrocio con Offredi immobile. Da questo momento la partita di Ruopolo cambia completamente, il gol ha il potere di dargli coraggio, lotta entra in quasi tutte le azioni d’attacco e fa pure segnare Cacia: uscirà a metà ripresa tra gli applausi dell’Euganeo.

Il gol cambia la partita, l’AlbinoLeffe deve uscire e la sua difesa un po’ più alta ‘scricchiola’ in più di qualche occasione. Anche la difesa del Padova però non è molto precisa e in qualche occasione concede delle sbavature che non vedevo dalla prima parte di campionato: provvidenziale l’intervento di Pellizzoli su Laner in scadere del primo tempo.

Il Padova preme, sbaglia tanto ma triplica poco dopo il 60′. Concede all’AlbinoLeffe qualche corner di troppo, ma da la sensazione di controllare la partita. Ma torna ancora protagonista l’arbitro: da un rigore dubbio per l’AlbinoLeffe, non ne vede un’altro probabilemnte più certo, annulla un gol al Padova per i soliti falli di ‘confusione’ che ha visto solo lui. Nel finale gli avanti patavini sbagliano ancora troppo, ma arrivano i 3 punti…importantissimi! Ora il recupero contro gli ex Ardemagni e Di Gennaro che ieri hanno trafitto il Cittadella!

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy