Al Tombolato il Cittadella affronta la Virtus Vecomp (ore 17): occhi puntati sui nuovi

Al Tombolato il Cittadella affronta la Virtus Vecomp (ore 17): occhi puntati sui nuovi

Inizia con l’amichevole di oggi la marcia di avvicinamento del Cittadella alla Tim Cup. Alle 17 al Tombolato i granata affronterà la Virtus Vecomp (serie D), terza squadra di Verona dopo Hellas e Chievo. Il periodo degli esperimenti sta per finire e dunque Claudio Foscarini dovrebbe schierare il suo undici ideale. Quello del momento attuale, perché per l’inizio del campionato, il 30 agosto, il tecnico potrebbe rivedere tante cose, anche il modulo, che oggi sarà il 4-4-2. «Giocheremo così, portando avanti un certo discorso tattico iniziato nel ritiro, ma non è detto che sia la soluzione definitiva. Anzi, sicuramente proveremo varianti, come il 4-3-3». Di sicuro oggi non ci sarà Rigoni, alle prese con una distorsione alla caviglia. «Tornerà in gruppo la prossima settimana, poi valuterò le condizioni degli altri giocatori, a partire da Gerardi, non al meglio della condizione», spiega Foscarini. Che continua: «Potrei schierare la formazione-tipo, dipenderà tutto dalla condizione dei calciatori, perché in questi giorni stiamo lavorando sodo, i carichi di lavoro sono tanti e il caldo della pianura incide molto, ho visto diversi atleti stanchi. Dalla prossima settimana faremo allenamenti più leggeri, inizieremo ad avvicinarci al campionato, dove vogliamo farci trovare pronti». Occhi puntati soprattutto sui nuovi, sui giovani come Barreca autore di un grande gol con il Latina e fresco di convocazione nell’Under 20 che giovedì affronterà in amichevole l’Al Ahli Dubai. I prossimi impegni del Cittadella diranno a Foscarini e Marchetti se la rosa è adeguata e completa oppure se serviranno aggiustamenti negli ultimi giorni di mercato. «Mi piacerebbe che questa squadra desse segnali forti – spiega il direttore generale – Così vorrebbe dire che ci siamo mossi bene e abbiamo operato le scelte giuste. Se si dovesse invece intervenire, siamo pronti a farlo». Le prime uscite sono state confortanti, le indicazioni avute tutte positive. «Secondo me il Cittadella ha un bel mix di giovani e giocatori esperti, di categoria. Vi confido che anch’io sono molto curioso di vedere la squadra cimentarsi in impegni ufficiali, a partire dalla Coppa Italia, e sono fiducioso. Le qualità per fare bene ci sono, adesso aspettiamo tutti il responso del campo», le parole di Marchetti. Che conclude commentando il calendario del campionato: «Sono molto realista, alla fine le dobbiamo incontrare tutte, e non credo che una partita sia più facile delle altre».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy