Cittadella, 50 punti potrebbero non bastare per la salvezza

Cittadella, 50 punti potrebbero non bastare per la salvezza

E se raggiungere quota 50 non bastasse più? Col campionato a 22 squadre sono sempre stati questi i punti per considerarsi sicuri della salvezza in serie B, ma il particolare andamento della stagione in corso potrebbe rimettere in discussione quella che era considerata una certezza. Lo stesso Mark Iuliano, dopo Latina-Cittadella, ha lanciato l’allarme: «Non penso ne basteranno 50. Lo pensavo già prima e a maggior ragione dopo i risultati dell’ultima giornata e le vittorie del Brescia a Pescara e del Crotone, che è una buona squadra, sullo Spezia» ha dichiarato l’ex difensore della Juventus. E Claudio Foscarini, come la pensa? «Non lo so più, dopo i risultati dell’ultimo turno credo ce ne vogliano di più» ammette il tecnico granata, che ha concesso tre giorni di riposo ai suoi uomini, pronti a ritrovarsi al Tombolato domani pomeriggio. «Anche negli anni scorsi, però, la situazione era simile in questa fase della stagione: rientra nella norma che le squadre dietro galoppino e che quelle davanti frenino, perché quelle che rischiano di retrocedere hanno più motivazioni. Ma se tutte andranno avanti di questo passo la soglia di alzerà». Il confronto con la scorsa stagione aiuta poco: alla fine, al Citta, ne bastarono 47 per festeggiare mentre, con gli stessi punti, il Varese finì ai playout, superando poi il Novara. Ipotizzando che quota 50 resti valida, ai granata mancano 11 punti per raggiungerla. Dovranno raccoglierli nelle otto giornate che mancano, sfruttando le cinque gare previste al Tombolato contro Carpi (sabato 11 aprile), Vicenza, Spezia, Frosinone e Perugia (tutte squadre più in alto in classifica), e le tre in trasferta: i cruciali scontri diretti con Brescia, Bari e Catania. Ma alla fine, forse, è meglio lasciar perdere la calcolatrice e vivere giornata per giornata, come suggerisce il dg Stefano Marchetti: «Francamente trovo difficile parlare di quota salvezza in una situazione come quella attuale. Ci sono otto squadre raccolte fra i 38 punti del Catania e i 40 che hanno Latina, Ternana ed Entella, e in mezzo ci siamo anche noi. Con tutte queste formazioni coinvolte non è proprio il caso di mettersi a far conti. Sappiamo che almeno altri 8-10 punti dovremo per forza riuscire a portarli a casa e che saranno fondamentali gli scontri diretti. Dopodiché mi auguro di recuperare giocatori importanti che a Latina non abbiamo potuto utilizzare, come Rigoni, Pellizzer e Scaglia»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy