Cittadella, due schiaffi dal Brescia

Cittadella, due schiaffi dal Brescia

Commenta per primo!

BRESCIA – CITTADELLA 2-0

Marcatori: pt 29’ Jonathas; st 11’ El Kaddouri

BRESCIA: Leali, Berardi, Magli, De Maio, Daprelà (st 28’ Dallamano), El Kaddouri, Salamon( st 33’ Paghera), Budel, Juan Antonio( st 1’ Martina Rini), Feczesin, Jonathas. A disp. Arcari, Scaglia, Mandorlini, Maccan. All. Scienza

CITTADELLA: Cordaz, Martinelli, Pellizzer, Gasparetto, De Vito, Di Roberto (st 20’ Vitofrancesco), Schiavon, Baselli (st 1’ Branzani), Magallanes, Di Carmine, Maah (st 40’ Bellazzini). A disp. Pierobon, Scardina, Busellato, Martignago. All. Foscarini

Arbitro: Palazzino di Ciampino, ass. Vicinanza e Raparello; IV^ uff. Irrati

Note: pomeriggio caldo, terreno in discrete condizioni, spettatori 4500 circa. Ammoniti Daprelà e Feczesin del Brescia, Martinelli del Cittadella. Espulso al 18’ st Martinelli per doppia ammonizione. Calci d’angoli 6 a 4 per il Cittadella (pt 3 a 1) ; recuperi pt 3’, st 1’

Tre su tre. Il Rigamonti fortino inespugnabile, la testa della classifica dopo sei giornate, un pubblico già innamorato di mister Scienza e dei suoi ragazzi terribili. Continua l’idillio tra la città e la squadra biancoblù: contro il Cittadella ancora una vittoria perentoria, nonostante un organico ridotto all’osso per via delle assenze di Zambelli, Zoboli e Vass. Tre titolari dei quali le rondinelle non sentono la mancanza. Perché Scienza ha dato alla squadra un gioco e lo spartito viene suonato a memoria, chiunque siano gli interpreti. La prima frazione è un monologo biancoblù. Jonathas, scatenato, impegna per tre volte un prodigioso Cordaz prima di trovare il gol, liberatorio, al 30′, con un sinistro angolato. Tre minuti prima, il Cittadella aveva sfiorato il gol beffa con Di Carmine. I veneti impegnano due volte Leali Leali con Pellizzer e Di Roberto, ma il baby portiere risponde pronto e si rientra negli spogliatoi. Al ritorno in campo, Scienza punisce un Juan Antonio poco incisivo: entra Martina Rini. E così El Kaddouri, giostrando qualche metro più avanti, diventa letale: al 10′ azione elaborata dei padroni di casa, Budel prolunga di testa per il belga che, sempre di testa, trova l’angolo giusto. Gara chiusa, complice l’espulsione di Martinelli al 16′. In realtà il Cittadella trova nuova forza dopo l’espulsione, sfiora in due occasioni la rete della speranza ma Leali, per la terza gara consecutiva, rimane imbattuto. E il Brescia va, tra gli applausi della sua gente. Conquistare il cuore di questa città in un solo mese era impresa titanica: Giuseppe Scienza ci è già riuscito. (gazzetta.it)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy