Cittadella, festa con le vecchie glorie: “Il Padova ci invidia”

Cittadella, festa con le vecchie glorie: “Il Padova ci invidia”

Una giornata rovinata dalla pioggia, ma comunque di grandi emozioni. Rivedere al Tombolato per un giorno volti che hanno segnato un’epoca ha indubbiamente mosso nella mente dei tifosi del Cittadella tanti ricordi legati a due promozioni in B che rimarranno per sempre marchiate nella storia del Citta. La festa organizzata ieri dai tifosi della Vecchia Guardia si è rivelata comunque un successo. Si è rivisto l’ex centrocampista del 2000 Fabio Filippi. «Sono contento di trovare ancora il Cittadella in serie B», dice. «Anzi, i Gabrielli meriterebbero anche qualcosa di più. Ho vissuto sotto le Mura gli anni più belli della mia carriera. L’ambiente non è cambiato. Foscarini sta lavorando bene e mi auguro possa restare». Si sono rivisti al campo i vari Gorini, Pierobon, Coralli, ma anche il cursore della prima promozione, Riccardo Rimondini. «C’è sempre la solita grande famiglia», commenta. «Salvarsi in serie B è per il Cittadella vincere il campionato. Quando sono arrivato al Citta non mi aspettavo di certo questa escalation. È la seconda volta che mi ritrovo con gli ex compagni ed è sempre una grande emozione». Di nuovo al Tombolato anche il difensore Davide Zanon, ora secondo di Michele Serena. «Il Cittadella è una società che è sempre stata sana», dice. «La struttura si è perfezionata, ma le persone sono più o meno sempre le stesse». È stato una saracinesca nei primi anni 2000: Luca Capecchi ha fatto da apripista a Pierobon e Di Gennaro. «Ho vissuto i 5 anni più belli della mia carriera», spiega l’ex portiere. «È stato bello rivedere i vari Severino e Tony Sgarbossa. Quando sono andato via ho fatto una specie di staffetta con Pierobon: lui è arrivato al Citta, io l’ho sostituito alla Spal. Di Di Gennaro ne ho sentito parlare benissimo. Come sempre il Citta sa valorizzare i giovani». Presente anche l’ex difensore Christian Ottofaro. «Ero già tornato l’anno scorso e devo dire che il Citta va avanti per la sua genuinità. Credo che il Padova invidi questa società. Quando siamo retrocessi dopo la prima promozione non pensavo che il Cittadella riuscisse a tornare in B, e invece…». Riecco Roby Musso protagonista dell promozione del 2008. «Non ho mai staccato il cordone ombelicale con il Cittadella. Mi piacerebbe tornare a lavorare per questa società». Infine parola all’ex attaccante Domenico Germinale. «Non capita dalle altre parti di ritrovarsi tra vecchi compagni di squadra come accade al Cittadella. Qui c’è una società che ti permette di lavorare. Ho ricordi bellissimi del Cittadella, ma anche brutti come il rigore che ho fallito con l’Albinoleffe due anni fa proprio contro il Citta».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy