Cittadella, i possibili scenari di mercato

Cittadella, i possibili scenari di mercato

Non ci saranno rivoluzioni, come ha tenuto a precisare domenica in sala-stampa mister Claudio Foscarini, ma di sicuro mai come quest’anno il Cittadella sarà attivo sul “mercato” di gennaio, che aprirà domani. «Le rivoluzioni mi fanno paura e non hanno mai portato lontano guardando quanto accaduto in passato ad altre squadre», ha spiegato il tecnico granata dopo il k.o. interno con il Lanciano. Qualche correttivo è però necessario e il d.g. Stefano Marchetti sta da tempo sondando il mercato. Le sole 4 vittorie raccolte in 21 partite disputate non possono far dormire sonni tranquilli a Pellizzer & C., che hanno chiuso il girone d’andata con appena 21 punti. Alla ripresa del campionato, fissata per il 25 gennaio, quando al Tombolato arriverà lo Spezia di Mangia, mister Foscarini potrà comunque contare sul ritorno di alcuni elementi fondamentali, che a causa dei rispettivi infortuni hanno saltato l’intera ultima parte di campionato. Già questo sarà per l’allenatore trevigiano un piccolo mercato, visto che torneranno arruolabili Riccardo Colombo in difesa, Daniele Di Donato e Rodrigo Alborno a centrocampo, Alfredo Donnarumma e Mattia Montini in attacco. Cinque giocatori, in attesa del recupero (più lontano nel tempo) di Filippo Lora, che potranno indubbiamente dare qualità ed esperienza alla truppa. Ma il recupero dei cinque moschettieri probabilmente non basterà per garantire i 29 punti che servono per agguantare il traguardo della salvezza. Quint’ultimo in classifica, il Cittadella ha incassato ben 28 gol e palesato lacune difensive che hanno fatto perdere per strada ai granata punti preziosi. Si è dimostrato debole sugli esterni e sulle marcature su palla inattiva. Non hanno convinto le prestazioni della prima parte di campionato di Antonio Marino e Cristian Sosa, che potrebbero essere tra i possibili partenti (l’uruguayano piace a Venezia e Benevento). Due posti che Marchetti potrebbe rimpiazzare e uno dei nomi sul taccuino è quello di Michele Camporese del Cesena. In avanti i problemi sono forse ancora maggiori. Appena 19 i gol fatti e quint’ultimo attacco della cadetteria. I 5 di Di Roberto e i 4 di Coralli non bastano a dare tranquillità. In attesa del recupero di Donnarumma (2 reti al suo attivo) e di Montini, che di fatto non ha mai visto il campo, Marchetti ha la necessità di acquistare una prima punta esperta e che garantisca i gol che servono (in pole ci sono Bjelanovic del Varese e Granoche del Cesena, anche se stuzzica l’idea di un possibile ritorno di Ardemagni). Potrebbero invece fare le valigie Perez, che tra le polemiche nei confronti del pubblico e l’errore colossale contro il Lanciano potrebbe aver definitivamente chiuso la sua avventura sotto le Mura, e Dumitru, a segno una sola volta e mai decisivo. Non si muoverà, invece, Nunzio Di Roberto, sulla cui eventuale cessione c’è il veto dello stesso Foscarini. Il giocatore difficilmente, però, rinnoverà il suo contratto con il Citta, dato che da giugno il suo futuro pare essere a Varese, che fino all’ultimo tenterà di strappare il “sì” di Marchetti già dalla sessione di “mercato” che si aprirà domani. La squadra. Il Cittadella osserverà una decina di giorni di vacanza: la ripresa è fissata per giovedì 9 gennaio. Foscarini ed il suo staff avranno a disposizione tutti gli effettivi ad esclusione di Lora, che prosegue nel suo recupero. Il programma prevede allenamento pomeridiano giovedì 9, doppio venerdì 10, mentre sabato 11 seduta mattutina e amichevole con la squadra Primavera nel pomeriggio. I granata lavorerano poi altre due settimane per preparare la prima gara del 2014, che inaugurerà il girone di ritorno.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy