Cittadella, la società  fa un regalo ai tifosi. Marchetti: “Interverrò sul mercato, ma senza rivoluzioni”

Cittadella, la società  fa un regalo ai tifosi. Marchetti: “Interverrò sul mercato, ma senza rivoluzioni”

Commenta per primo!

La società il regalo l’ha già fatto, ora i tifosi si aspettano quello della squadra. Dopo l’agrodolce pareggio di sabato scorso a Frosinone, il Cittadella tornerà in campo già domani nell’insolito turno della vigilia di Natale (fischio d’inizio allo stadio Tombolato alle 15, arbitrerà Fabio Maresca di Napoli). L’avversario sarà l’altra grande delusa del campionato, il Catania tornato nelle mani di Pellegrino, dopo le dimissioni di Sannino, e che viaggia appena un punto sopra la zona playout, distantissima da quella vetta della classifica che le era già stata cucita addosso in estate. Ma le disgrazie altrui non possono certo lenire la sofferenza di un Cittadella tristemente ultimo, che non vince dalla quarta giornata di campionato e continua a combattere contro infortuni, guai e sfortuna. Sperando di non essere costretti ad allungare ancora la striscia nera, i tifosi granata possono almeno godere del piccolo dono offerto dalla società. A tutti gli abbonati in Gradinata Est e ai tifosi che acquisteranno un biglietto per quel settore in occasione della partita contro il Catania, la società regalerà un tagliando intero, sempre per lo stesso settore. È possibile acquistare i biglietti nella sede di via Ca’ Dai Pase, oggi dalle 9 alle 12.30 e dalle 15 alle 18.30. Domani solo al mattino, mentre nel pomeriggio i botteghini saranno aperti dalle 13.30. Cittadella che ha voluto fare lo stesso regalo anche ai tifosi del Catania, visto che l’iniziativa è valida anche per la curva ospiti. E i regali arriveranno anche dal mercato? Molto probabilmente sì, visto che il dg Stefano Marchetti è intenzionato a intervenire per rinforzare tutti i reparti. «Di sicuro dovremo sistemare qualcosa e cercherò di fare il meglio provando a portare a casa un acquisto per settore», conferma Marchetti. «Ma nonostante la posizione di classifica non farò rivoluzioni. Non servono e sono sicuro che gli uomini su cui possiamo contare hanno ampi margini di miglioramento. Questa rosa ha le capacità per risollevarsi». Fa ancor più paura un Catania costretto a vincere per non scivolare in zona retrocessione? «Hanno avuto dei problemi, ma il loro organico resta quello di una corazzata. In questa stagione il Cittadella ha mostrato di saper giocare meglio contro le avversarie più forti, per cui sono fiducioso. In pochi ci hanno messo sotto, le prestazioni ci sono sempre state, a fare la differenza a questi livelli sono solo i dettagli. Ed è su questo che dobbiamo lavorare. Vincere una partita prima della sosta ci darebbe una mano enorme in vista del girone di ritorno. I tre punti mancano tanto, speriamo arrivino». Foscarini dirigerà l’ultimo allenamento di rifinitura oggi alle 15 e domani non potrà contare su Daniel Cappelletti, squalificato dal giudice sportivo dopo il quarto giallo ricevuto a Frosinone (nel Catania out Sauro). In settimana allenamenti anche a Natale e Santo Stefano.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy