Cittadella, Lora: “Voglio tornare al più presto per aiutare la squadra”

Cittadella, Lora: “Voglio tornare al più presto per aiutare la squadra”

Commenta per primo!

“Ritornerò più forte di prima. Tutto mi fortifica”. Con questo eloquente tweet, Filippo Lora aveva salutato i propri tifosi all’indomani del brutto infotunio subìto in settembre: la rottura del legamento crociato anteriore del ginocchio destro lo terrà ai box ancora per altri due mesi, un’esperienza che lo farà di certo maturare, ma che di sicuro non ha attenuato la sua voglia di far bene a Cittadella, anzi. Il centrocampista granata sta continuando la riabilitazione a Milano, ma con la mente rivolta ai suoi compagni di squadra, a Foscarini e a tutta la società impegnata in una difficile salvezza: “Sto lavorando bene per bruciare le tappe e per essere pronto il prima possibile: voglio aiutare la squadra a centrare la salvezza”.

Filippo Lora, come valuti questa prima parte della stagione del Citta, anche se non sei potuto essere a disposizione?

Non sono a Cittadella perchè sono impegnato a Milano per la riabilitazione, ma cerco di esserci sempre alle partite casalinghe. Nel girone di andata abbiamo buttato via dei punti che ora ci avrebbero fatto molto comodo. Ma non dobbiamo demordere. Faccio parte di un bel gruppo, so come lavorano duramente i miei compagni in settimana. Sono sicuro che ci salveremo raccogliendo ciò che “seminiamo” durante la settimana.

Come starebbe il Cittadella con un Lora in più in questo momento?

Non lo so. Posso affermare con certezza che avrebbe un altro giocare motivato, che scende in campo per dare sempre il massimo e per fare il risultato.

Gennaio è periodo di mercato. Cosa miglioreresti nella squadra?

Io sono un giocatore e mi limito a fare il mio lavoro. Per il mercato c’è Marchetti, che farà i migliori innesti per sistemare la rosa. Ma se dovesse partire qualcuno, oltre a Sosa, mi dispiacerebbe veramente tanto. Ho legato molto con tutti i miei compagni, anche dopo il mio infortunio quando tutti mi hanno chiamato.

In confronto ad altre realtà, al Cittadella manca qualcosa anche dal punto di vista del supporto dei tifosi.

“I tifosi sono tutti diversi da città a città. Sono sicuro che i nostri si faranno ben sentire in questo girone di ritorno: avremo bisogno di loro più che mai.”

 

 

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy