Cittadella, oggi test con l’Asiago Team. Foscarini: “Mi interessano i tempi di gioco e progredire fisicamente”

Cittadella, oggi test con l’Asiago Team. Foscarini: “Mi interessano i tempi di gioco e progredire fisicamente”

Terzo test pre-campionato per il Cittadella, che nel pomeriggio affronta a Bertoldi di Lavarone la selezione Aic dell’Asiago Team (ore 17). L’amichevole cade a metà dell’ultima settimana di ritiro in Trentino e tre giorni dopo il roboante 3-1 rifilato al Latina. «Stiamo proseguendo bene il nostro lavoro», commenta il tecnico granata Claudio Foscarini. «Gli allenamenti sono condizionati un po’ dalla pioggia, ma stiamo riuscendo lo stesso a portare avanti la preparazione. Oggi mi piacerebbe registrare miglioramenti nei tempi di gioco delle due fasi e progressi dal punto di vista della forma fisica». L’allenatore riproporrà anche contro la selezione asiaghese il 4-4-2. «Sto continuando a lavorare su questo modulo», spiega. «Probabilmente dalla prossima settimana comincerò a fare anche il 4-3-3 per creare un’alternativa. Oggi non importerà molto se la disposizione tattica sarà così offensiva come contro il Latina. Ciò che conta è che i ragazzi capiscano i concetti e i tempi di gioco. Cambia, quindi, poco se in campo ci sarà un attaccante o un centrocampista in più. I ragazzi devono pensare a trovare la giusta condizione. Farò giocare tutti ed è molto probabile che schieri due formazioni miste, che non hanno nulla a che vedere con l’ipotetico Cittadella titolare». Le indicazioni nei primi 10 giorni di ritiro sono state confortanti per il mister. «Domenica scorsa, contro un avversario di pari categoria, ho ammirato una formazione con delle idee in testa e con la volontà di applicarle nelle due fasi, offensiva e difensiva. È difficile dire a che punto della condizione sia la squadra, visto che stanno giocando un po’ tutti. Al di là dei tanti segnali positivi, sappiamo che dobbiamo cercare di migliorare nelle fasi di possesso e non possesso palla e nel palleggio. Dobbiamo essere più bravi a recuperare la sfera e nei cambi di gioco. C’è da progredire anche sotto l’aspetto difensivo». La preparazione in quota prosegue a ritmo costante. «Al mattino si dà la precedenza al lavoro atletico e fisico, mentre nel pomeriggio c’è spazio per la seduta tecnico-tattica. Finora sono contento di tutti, giovani e vecchi. Avevo sensazioni positive anche l’anno scorso, ma in questo ritiro si respira un’aria particolare. Non so dove potrà arrivare il Cittadella 2014/15. Dipenderà molto dall’entusiasmo e dalla voglia di apprendere dei ragazzi. Per ora non chiedo nessun intervento alla società. Ho una rosa completa e sono contento di questa. Certo, la settimana prossima mi troverò con Marchetti e assieme faremo delle riflessioni». Bene anche i Primavera. «Si stanno comportando bene. Devono ora farsi trascinare dai compagni e dall’allenatore per migliorare. Se sapranno crescere, potranno venire utili anche durante la stagione». Foscarini spende una parola anche per il suo nuovo vice Edoardo Gorini. «È bravo e curioso. Passo tanto tempo con lui a confrontarmi. Sembra ancora un giocatore, tanto che anche ieri si è sciroppato mezz’ora di palestra».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy