Foscarini: “A rischio io? Chiedete alla società “

Foscarini: “A rischio io? Chiedete alla società “

Commenta per primo!

Inevitabile che arrivasse la domanda. Cittadella in crisi nera e ultimo posto solitario in classifica: “Mister, si sente a rischio?”. Risposta: “Non mi piacciono queste domande, chiedete alla società per queste cose”. Il presidente Andrea Gabrielli si è presentato in sala stampa deluso, senza nascondere una certa sorpresa a inizio partita leggendo la distinta (leggi dichiarazioni a parte). Foscarini gode della fiducia da parte della società, anche perchè la squadra ha dimostrato di saper esprimere comunque un buon calcio. In ogni caso la situazione potrebbe evolversi nel caso la crisi dovesse perdurare. Con un po’ di fortuna dalla proprio parte il Citta può giocarsi la salvezza tranquillamente, ma è anche vero che la dirigenza non starà con le mani in mano nell’eventualità di altre sconfitte. Che poi qualcuno non stia rendendo ai massimi livelli è fuori discussione: “Non tutti stanno giocando al massimo – ha ammesso il tecnico trevigiano a fine gara – ed è proprio per questo che di settimana in settimana dò fiducia a chi mi dimostra e mi garantisce il sabato in campo il massimo impegno e la massima applicazione, non mi interessa la tecnica di un particolare giocatore (il riferimento è ad alcuni giocatori attualmente esclusi dall’unidici iniziale come Bellazzini, Di Roberto o Perna). Aldilà di questo ho visto dei progressi, oggi abbiamo giocato un buon primo tempo anche se in occasione del gol di Succi abbiamo commesso una grossa ingenuità. Perchè Nassi fino alla fine? Lo avrei cambiato ma ho dovuto fare i conti con chi aveva i crampi. I cambi a centrocampo erano necessari, lì poi stavamo soffrendo di più. Ora abbiamo bisogno di ritrovare entusiasmo, ci serve assolutamente una vittoria”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy