Foscarini: “Dovevamo essere più tonici e convincenti, sconfitta meritata”

Foscarini: “Dovevamo essere più tonici e convincenti, sconfitta meritata”

Commenta per primo!

«Serviva una prestazione più tonica e più convincente per poter portare a casa da Trapani un risultato positivo». Claudio Foscarini non si nasconde e non cerca scuse. L’allenatore granata ammette di aver visto un brutto Cittadella al “Provinciale”, tanto da parlare di fatto di sconfitta meritata. «Anche dopo essere passati in vantaggio con Coralli, non ero convintissimo della prestazione della mia squadra», osserva il tecnico. «Non stavamo giocando con la personalità che serviva per portare a termine la gara con un risultato positivo. Stavamo soffrendo troppo il gioco dell’avversario. Non riuscivamo a gestire bene la palla e per questo non siamo quasi mai riusciti a fraseggiare come serviva. Mancosu poi ha dimostrato di poter trovare il gol alla prima vera occasione che gli è capitata sui piedi». Il Cittadella è andato spesso e volentieri in difficoltà sulle incursioni siciliane. «Dovevamo alzare il baricentro, giocando con maggiore aggressività», spiega Foscarini. «Siamo riusciti ad impensierire troppo poco gli avversari. Merito anche del Trapani, che ha impostato una gara molto aggressiva. Rispetto alle prime due partite ho tuttavia visto un Cittadella sottotono. Abbiamo sofferto molto sulle corsie esterne, soprattutto a destra, e anche Scozzarella ha goduto di grande libertà. Dovevamo essere più propositivi». Le attenuanti per il Citta sono il caldo e le assenze. «Ci siamo sempre allenati a Cittadella sotto la pioggia, mentre oggi (ieri, ndr) abbiamo trovato a Trapani una temperatura elevatissima, alla quale non eravamo di certo abituati. Le assenze di Schenetti e Sgrigna si sono poi fatte sentire. È difficile sostituire soprattutto Sgrigna, che nelle prime due gare ha fatto la differenza, segnando e dispensando assist».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy