Grave infortunio a Paolucci, 5-6 mesi di stop. Lettera commovente di Pettinari al pubblico granata

Grave infortunio a Paolucci, 5-6 mesi di stop. Lettera commovente di Pettinari al pubblico granata

Nella serata di ieri Andrea Paolucci si è sottoposto all’ospedale di Cittadella ad una risonanza magnetica al ginocchio sinistro lesionato nella gara di domenica sera contro l’Empoli. Il dottor Bordin visionerà solamente oggi gli incartamenti e poi darà il referto definitivo. Con ogni probabilità si tratta di una lesione al legamento crociato anteriore. In questo caso il giocatore dovrebbe sottoporsi ad un intervento chirurgico e i tempi di recupero si aggirerebbero tra i 5 e i 6 mesi. L’unica certezza al momento è che venerdì a Lanciano il centrocampista granata non ci sarà.

Intanto il Giudice Sportivo ha squalificato per 3 giornate Djuric, espulso domenica per un calcio a un avversario, e per una Pellizzer. Pettinari. Domenica sera era presente al Tombolato anche l’ex Leonardo Pettinari. L’attaccante, protagonista della splendida annata dei playoff, si è dovuto ritirare dall’attività agonistica a causa di un problema cardiaco. Sulla sua pagina facebook Leo si è lasciato andare ad una lettera commovente verso la piazza di Cittadella. «Cittadella sarà sempre nel cuore», scrive Pettinari. «Appena sono entrate le squadre in campo mi sono emozionato. Si è fermato il tempo per qualche istante. Avevo voglia di piangere. A distanza di 4 anni trovare sempre lo stesso ambiente incantevole, familiare, puro. I primi 5 minuti non sono riuscito a guardare la partita, ero fermo a occhi chiusi a ripensare a quello squadrone, a quell’anno fantastico, ai miei super compagni e amici (quelli che ho rivisto e anche quelli che non sono riuscito a salutare e che non vedo da tanto tempo), con i quali condivido uno dei ricordi più belli ed emozionanti della mia vita e con i quali avrei voluto continuare a sognare. Ho capito più che mai che ogni volta che rivedrò quello stadio, quell’ambiente, quegli amici e camminerò tra quelle mura, mi verranno i brividi e mi riaffiorerà sempre il ricordo immenso e straordinario di quell’anno da sogno e mi sentirò un po’ a casa. Grazie a tutti per avermi fatto tornare indietro nel tempo anche solo per un attimo. Sarò sempre onorato e felice di rivedervi e rivivere con tutti voi quel magico ricordo».

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy