Bizzotto dopo il rinnovo: “Accordo naturale, qui è come una grande famiglia. Ora tocca a me farmi trovare pronto”

Bizzotto dopo il rinnovo: “Accordo naturale, qui è come una grande famiglia. Ora tocca a me farmi trovare pronto”

Giulio Bizzotto vestirà la maglia granata nei prossimi tre anni. Ieri l’attaccante classe 1996 ha firmato il primo contratto da professionista, continuando così l’avventura a Cittadella per il dodicesimo anno consecutivo, conteggiando i trascorsi nel settore giovanile, dove è nato e cresciuto calcisticamente. È per questo che Bizzotto si dice contentissimo: «Ho sposato il progetto del Cittadella per i prossimi tre anni, e ne sono orgoglioso. Mi sento in famiglia, era il mio desiderio continuare».
L’attaccante racconta la trattativa: «È stata bellissima, il direttore e il presidente hanno speso parole importanti nei miei confronti, l’accordo nel contratto si è raggiunto quasi naturalmente, mi verrebbe da dire». Adesso comincia il bello: «Ora tocca a me. Dovrò farmi trovare pronto, sia che giochi con una certa continuità sia nel caso venga chiamato soltanto sporadicamente. Non mi è stata caricata alcuna responsabilità, né fatte promesse ed è giusto che sia così, perché il posto in campo me lo devo meritare da solo, con il lavoro. E da parte mia vi assicuro che farà tutto il possibile per mettere in difficoltà Venturato».
Bizzotto ritorna in serie B carico a mille: «Mi è dispiaciuta molto la retrocessione, l’ho sentita mia perché con il Frosinone, dove ho fatto gol, ho sprecato un’altra occasione che magari avrebbe potuto indirizzare la stagione in un altro verso. Per questo il ritorno nel campionato cadetto lo vivo come una rivincita. So dove voglio arrivare, ho chiari i miei obiettivi».
I giovani rivestiranno un ruolo fondamentale nella prossima stagione, con i limiti di età imposti nella composizione delle rose. «Lo so, ed è bene che sia così, perché penso che la serie B debba essere la palestra giusta per maturare». Niente vacanze per Bizzotto: «Sto facendo cinque ore di terapia al giorno per guarire dall’infortunio (lesione del legamento collaterale mediale del ginocchio sinistro, ndr), sto lavorando per farmi trovare pronto nel giorno del raduno».
Soddisfatto anche Stefano Marchetti: «Il contratto di Bizzotto è la dimostrazione che il Cittadella crede in lui. È un giovane nostro, si prosegue in un progetto di lavoro congiunto». (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy