Cittadella, adesso play-off con il Carpi. Ecco accoppiamenti, date e regolamento

Cittadella, adesso play-off con il Carpi. Ecco accoppiamenti, date e regolamento

Archiviato il lungo campionato di serie B con la sconfitta a Chiavari per 4-1, il Cittadella si prepara adesso alla post season. E’ la seconda volta nella sua storia che la società granata affronta i play-off per la serie A, dopo il 2009/10 (sesto posto, poi eliminazione contro il Brescia). Il Cittadella dovrà affrontare adesso il primo turno a eliminazione diretta, in casa contro il Carpi. Ecco qui di seguito date, accoppiamenti e regolamento completo di questi play-off:
Lunedì 22 maggio: Cittadella-Carpi
Martedì 23 maggio: Benevento-Spezia

Venerdì 26 (andata) e lunedì 29 (ritorno): Frosinone-Cittadella o Carpi
Sabato 27 (andata) e martedì 30 maggio (ritorno): Perugia- Benevento o Spezia

Finale Domenica 4 e 8 giugno

Il regolamento

La prima e la seconda classificata salgono direttamente in Serie A, la terza viene definita mediante la disputa di playoff che si giocano se fra la terza e la quarta non ci sono più di nove punti di distacco e fra le squadre (fino a un massimo di sei) comprese all’interno di un perimetro di 14 punti dalla terza.

Turno preliminare

La gara è di solo andata fra la 6a e la 7a e fra la 5a e l’8a e prevede, in caso di parità dopo 90 minuti, la disputa dei tempi supplementari. In caso di ulteriore parità non si disputano i calci di rigore ma vince la squadra meglio classificata.

Semifinali

La 3a classificata gioca una gara di andata e ritorno, quest’ultima in casa, contro la vincente fra la 6a e la 7a. Idem fra la 4a e la vincente fra la 5a e l’8a. In caso di parità di punteggio dopo 180’ si tiene conto della differenza reti nelle due partite, in caso di ulteriore parità si qualifica per la finale la squadra meglio posizionata in classifica (non si disputano quindi i tempi supplementari).

Finale

Le vincenti delle semifinali disputano gare di andata e ritorno, quest’ultima in casa della meglio classificata in campionato. In caso di parità di punteggio dopo 180’ si tiene conto della differenza reti nelle due partite, in caso di ulteriore parità viene considerata vincente la squadra meglio posizionata in classifica al termine del campionato. Solo nel caso in cui le due squadre avessero terminato il campionato con lo stesso punteggio in classifica la gara di ritorno prevede anche i tempi supplementari ed eventualmente i calci di rigore.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy