Cittadella, allarme concentrazione. Ma Marchetti non torna sul mercato: “Siamo a posto così”

Cittadella, allarme concentrazione. Ma Marchetti non torna sul mercato: “Siamo a posto così”

Non ci saranno stati in palio i tre punti, ma le quattro sberle rimediate dal Campodarsego fanno male lo stesso al Cittadella. Perché subite da una formazione di serie D, perché arrivate nel giro di mezz’ora e perché hanno ribaltato un 3-0 arrivato dopo un primo tempo dominato dai granata. Com’è stato possibile vedere due facce così opposte di una stessa squadra? È quello che si chiede anche lo stato maggiore del Cittadella, che pur senza lanciare allarmi, fa passare un messaggio molto chiaro: «Così non va affatto bene». Non è stato tenero l’allenatore Roberto Venturato con la propria squadra. «Giocando con un atteggiamento del genere si va incontro solo a delle figuracce. Quando la squadra gioca con la testa giusta dimostra di avere dei valori. Nel momento in cui ci consideriamo superiori a qualsiasi avversario, siamo superficiali e poco concentrati. Con questo k.o. abbiamo imparato qualcosa d’importante: per giocare a calcio a qualsiasi livello bisogna avere concentrazione e attenzione». Ieri il direttore generale Stefano Marchetti, che ha seguito la sfida con il Campodarsego dalla panchina, ha rincarato la dose: «Quel secondo tempo non mi è proprio piaciuto», le sue parole. «Abbiamo mollato completamente per venti minuti e non è una cosa da Cittadella. Bisogna giocare fino al novantesimo per trovare la condizione sia fisica che mentale migliore. Un episodio del genere ci può stare una volta, ma non deve capitare più. Spero che i ragazzi, che nello spogliatoio hanno capito la lezione, traggano spunti positivi e si rendano conto che non bisogna mai mollare, in nessun occasione». Questa sconfitta, unita all’eliminazione al primo turno di Coppa Italia, può convincervi a tornare sul mercato o la campagna acquisti del Cittadella è chiusa? «La rosa è a posto, siamo completi in tutti i reparti e dobbiamo solo sfoltire. Abbiamo molte soluzioni in tutti i ruoli, il mister dovrà prendere le proprie scelte schierando chi dimostrerà di mettercela tutta fino alla fine. L’obiettivo, adesso, è arrivare nelle migliori condizioni, tra poco più di una settimana, all’esordio con il Bari». E l’ultima amichevole, prima dell’avvio di campionato, è in programma domani alle 17 a Castelfranco contro il Giorgione. Venturato schiererà dall’inizio chi non ha giocato mercoledì con il Campodarsego, da Iori a Scaglia e Litteri, passando per Martin e Arrighini, che hanno superato i propri acciacchi e già da ieri pomeriggio si sono allenati con il gruppo. (Da Il Mattino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy