Cittadella, buon impatto per Nava: “Non ci sono titolari e riserve, c’è bisogno di tutti”

Cittadella, buon impatto per Nava: “Non ci sono titolari e riserve, c’è bisogno di tutti”

Commenta per primo!

Dal suo arrivo in granata due gare da titolare e sei punti in cascina, l’impatto di Valerio Nava alla corte di Roberto Venturato poteva difficilmente essere migliore di così, come lo stesso difensore spiega al Gazzettino: “Quando sono arrivato stavo bene fisicamente e mi sono subito messo a disposizione. Avevo tanta voglia di giocare e sono contento della scelta del tecnico di mandarmi in campo. Siamo un gruppo formato da giocatori forti, per cui non ci sono titolari e riserve, sarà il mister a scegliere di volta in volta in base alle sue valutazioni. Il campionato è lungo e c’è bisogno di tutti”. Come tutti i nuovi arrivati anche Nava ha da subito notato la serenità con l aquale si può lavorare in una società come il Cittadella: “Prima di venire qui ero stato informato di come si potesse lavorare bene in un ambiente del genere. Mi trovo molto bene con i compagni e con la società, tutto va per il meglio e la rosa è molto valida”. I granata sono tornati in vetta alla classifica ma come il terzino ex Spal e Ascoli sottolinea la strada è ancora lunga e ogni gara nasconde delle insidie, a partire dal Renate che arriva sabato al “Tombolato”: “Sono in salute e giocano un buon calcio, dovremo fare molta attenzione e dare il massimo. Il girone è molto equilibrato con tante squadre in pochi punti, ci sono diverse formazioni che ci possono dare fastidio. Credo l’Alessandria sia la più accreditata tra le concorrenti visto anche i rinforzi di gennaio e non penso gli impegni di Coppa la distolgano dal campionato”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy