Cittadella, l’anno della maturità per Varnier: “Sorpreso dalla chiamata in U21. La mia ascesa merito della squadra”

Cittadella, l’anno della maturità per Varnier: “Sorpreso dalla chiamata in U21. La mia ascesa merito della squadra”

L’anno della maturità, questo 2017, per Marco Varnier. Sotto tutti i punti di vista: quello calcistico, ma anche quello scolastico. Reduce dallo stage con l’Under 21 di Gigi Di Biagio, il giovane difensore granata racconta così la sua prima esperienza azzurra: “La chiamata nell’Under 21 mi ha sorpreso”, riferisce al Gazzettino. Ho dovuto riprepararmi mentalmente prima ancora che fisicamente, ma una chiamata in Nazionale non si rifiuta mai. Adesso sotto con lo studio, anche perché sono bersagliato dalle ultime verifiche e interrogazioni. Non è un periodo facile, ma voglio raggiungere la maturità, è importante la scuola”.
Anche Venturato ha dato una mano a Varnier in questo senso: “Durante l’annata, nei momenti di maggior pressione dello studio, mi concedeva di saltare un allenamento per concentrarmi sui libri. Lo ringrazio”.
Poi, su una possibile prosecuzione degli studi, il classe 1998 risponde così: “Ci sto pensando. Certamente dedicherò più tempo e attenzioni al Cittadella, avrò più tempo a disposizione per il calcio, vedremo se sarà poi il caso di iscrivermi a una facoltà senza obbligo di frequenza, perché lo studio mi aiuta a stimolare la mente.
Questo invece il suo bilancio della sua annata sportiva: “Mai mi sarei aspettato di ritagliarmi un posto tra gli undici titolari della prima squadra. I meriti della mia ascesa vanno tutti al Cittadella, ai miei compagni. Ognuno ha cercato di infondermi serenità per potermi allenare al meglio, senza pressioni”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy