Cittadella, Martin: “Spogliatoio fantastico. Il gioco di Venturato mi piace molto”

Cittadella, Martin: “Spogliatoio fantastico. Il gioco di Venturato mi piace molto”

Stefano Marchetti ha consegnato al tecnico Venturato due coppie di laterali di tutto rispetto, Salvi e Pedrelli a destra, Benedetti e Martin a sinistra. Ci sarà (sana) competizione tra i compagni di squadra per conquistarsi la maglia da titolare, ma in una stagione lunga e piena di insidie come quella cadetta, lo spazio e l’opportunità di giocare ci sarà per tutti. Intanto Marco Martin sta già dimostrando tutto il suo valore, come evidenziato a Vicenza, con un paio di sgroppate a sinistra concluse con cross perfetti al centro dell’area di rigore. Destinatario Strizzolo, ex compagno di squadra ai tempi di Pordenone. Martin è soddisfatto delle prime settimane di lavoro con la sua nuova squadra: «Abbiamo lavoro bene in ritiro, si è formato subito un gruppo unito, facilitato nel compito dalla collaborazione di quelli che già erano a Cittadella l’anno scorso. Lo spogliatoio granata è davvero fantastico, proprio come tutti me ne avevano parlato. Anche le amichevoli sono state positive, hanno offerto indicazioni utili sul lavoro da portare avanti in pianura. Siamo solo all’inizio, abbiamo appena cominciato, adesso viene il bello». Ovviamente la condizione atletica è ancora approssimativa, ma le idee tattiche di Venturato come le sembrano? «Il gioco dell’allenatore mi piace molto, cerca sempre di imporsi sull’avversario con le giocate a terra. Direi che è anche bello da vedere, ma soprattutto costruttivo». Anche il Pordenone esprimeva un gioco simile… «È vero, c’era il trequartista che agiva tra le linee. I concetti sono simili, c’è qualche differenza a seconda dell’allenatore che trovi, ma sono stato certamente facilitato da due mentalità di gioco molto simili». Intanto l’intesa Martin-Strizzolo è già collaudata. A Vicenza cross del difensore e colpo di testa vincente dell’attaccante: «Speriamo di continuare anche in campionato. A Pordenone abbiamo imparato a conoscerci bene, l’importante però è che sia costruttivo il gioco del Cittadella nel suo insieme, poi chi fa gol non importa». La partita di sabato sera al Menti è stata l’ultima amichevole, domenica si giocherà per i tre punti: «Cominceremo a fare sul serio. Noi abbiamo cercato di vincere anche le gare cosiddette amichevoli, seguendo la filosofia di gioco che ci sta trasmettendo l’allenatore. Direi che il Cittadella in questo precampionato si è disimpegnato egregiamente, ma conta poco: le partite che valgono veramente sono quelle che inizieranno domenica, con la Coppa Italia, e ancor più a fine mese, con il debutto in campionato». (da Il Gazzettino)

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy