Vigilia Cittadella-Entella, le parole di Venturato: “Non guardiamo alla classifica, dobbiamo concentrarci solo sulla prossima partita”

Vigilia Cittadella-Entella, le parole di Venturato: “Non guardiamo alla classifica, dobbiamo concentrarci solo sulla prossima partita”

di Marco Lorenzin

Ecco le parole di Venturato nella conferenza stampa alla vigilia di Cittadella-Entella. “Per domani abbiamo ancora fuori Lora, che sta lavorando sodo per recuperare al più presto. In questo momento sta abbastanza bene, il suo lavoro è al momento prevalentemente a secco per recuperare la forza muscolare. Poi abbiamo Maniero ancora fermo e Bizzotto, Fasolo e Maronilli che giocheranno con la Primavera, gli altri ci sono tutti. Non dobbiamo pensare al passato e alla partita dello scorso anno, abbiamo perso e il calcio è anche questo. L’importante è avere la capacità di imparare anche dalle sconfitte. Ora dobbiamo pensare alla partita di domani, e giocare con forza, determinazione perché l’Entella per organico e società è una di quelle società che ha l’ambizione di migliorarsi rispetto a quanto fatto in questi anni che è già qualcosa di grande. Non li vedo indeboliti rispetto all’anno scorso, hanno perso Caputo ma hanno aggiunto dal mercato altri giocatori importanti per la categoria. Per noi le gerarchie nel ruolo di portiere non sono cambiate, sono quelle che c’erano già ad inizio campionato. Alfonso è un giocatore su cui noi abbiamo grande fiducia; Paleari è altrettanto bravo ma il motivo per cui Alfonso non ha giocato la settimana scorsa è legato alle sue condizioni fisiche non perfette. Passando ai nostri convocati in Nazionale, purtroppo i calendari stilati sono questi. E queste convocazioni ci creano un problema, oggi tocca a noi domani toccherà a qualche altra squadra. Non ci possiamo fare niente, quindi dobbiamo vedere il lato positivo  di un ragazzo cresciuto nella nostra società che è arrivato a giocarsi una convocazione in Under21. Questa deve essere una soddisfazione enorme per lui ma anche per la società. Guardando al lato tecnico penso che riusciremo comunque a sopperire alla sua assenza visto che ritengo di avere cinque centrali tutti molto validi per la categoria. Dopo solo sei partite è difficile parlare di alta classifica. La differenza di punti è ancora molto piccola tra le squadre, quindi secondo me bisogna pensare alla singola partita e cercare di giocarle al meglio“.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy