Trapani-Cittadella, Marchetti: “Siciliani straordinari, noi ancora non abbiamo fatto niente”

Trapani-Cittadella, Marchetti: “Siciliani straordinari, noi ancora non abbiamo fatto niente”

Alla vigilia della trasferta siciliana a Trapani, ecco le parole del dg del Cittadella Stefano Marchetti, raccolte da Il Mattino: «Abbiamo la possibilità di giocarcela. Se prima sembrava molto complicato, adesso le cose si sono messe in un certo modo. Sarebbe straordinario completare il miracolo in queste ultime 5 partite, che sono delle finali». Il calendario, lo ha confrontato con quelli delle dirette concorrenti? «Il nostro cammino è difficilissimo, forse il più complicato. Sappiamo però che dipende da noi». Domani il Cittadella giocherà a Trapani (arbitra Candussio di Cervignano). Servirà un’impresa? «È una partita complicata come lo sono state tutte le ultime che abbiamo giocato. Abbiamo la necessità di fare dei punti. Arriviamo a giocarci la partita con il morale alto. Affronteremo una squadra di valore, che sta disputando un campionato straordinario. Sappiamo che dobbiamo giocare con cattiveria, concentrazione e determinazione. Il quoziente di difficoltà è alto. Il Trapani ha un attaccante come Mancosu, che è esploso quest’anno. Tra i siciliani giocano due esterni di valore come Nizzetto e Gambino e una nostra vecchia conoscenza, Iunco. È nel complesso una squadra completa, che può giocarsi la serie A». Quanto vi sentite grandi in questo momento? «Abbiamo dato continuità ai risultati e alle prestazioni. Abbiamo cambiato marcia, ma non possiamo permetterci distrazioni, perché non abbiamo ancora fatto niente. Abbiamo sempre avuto delle qualità, che finalmente ora stanno emergendo»

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy