Allarme Immobile per il Pescara, Zeman: “Ha un problema muscolare”

Allarme Immobile per il Pescara, Zeman: “Ha un problema muscolare”

Commenta per primo!

“Immobile ha qualche problemino muscolare, è convocato ma valuteremo. Siamo in venti. Il resto della squadra non ha problemi: Anania è recuperato, sta bene, e Kone è convocato”. Inizia così la consueta conferenza stampa di Mister Zdenek Zeman che precede la gara di campionato dei biancazzurri. La presenza di Ciro Immobile, dunque, sarà valutata nelle prossime ore ma in caso non lo si volesse rischiare dal 1’ è pronto Ricky Maniero a completare il tridente d’attacco con Sansovini ed Insigne. A centrocampo, le indicazioni della settimana suggeriscono l’impiego del trio Cascione-Togni-Gessa anche se la prestazione di Verratti con l’Under 20 di Di Biagio rilancia la candidatura del ‘Folletto di Manoppello’ (“si parla del suo numero ma ha fatto nel complesso una buona partita”, Zeman dixit).

I fari della serie cadetta sono puntati sul big match di domani sera contro il Padova: “affrontiamo una squadra che sta bene e sta proseguendo sulla scia della scorsa stagione. Sarà una partita difficile, mi auguro giocheremo sui ritmi e sulla voglia di fare. Rispetto a Livorno dovremo cercare di essere più attivi, più semplici, più verticali. Loro hanno risolto molte partite su calcio piazzato ma in generale sono una squadra che prova ad impostare le partite per proporre il proprio gioco, penso vengano a giocarsi la partita. Hanno speso tanto e lo hanno fatto per vincere: di solito chi più spende ha più possibilità di vincere il campionato ma non è detto. Cacia in dubbio? Ha fatto molto bene ma è sostituibile dato che il Padova ha una rosa davvero ricca. Ad esempio c’è Milanetto, uomo cardine l’anno scorso del Genoa dove ha fatto un ottimo campionato in Serie A. E’ un lusso per la categoria, come Italiano, ma hanno tanti ottimi giocatori. Schiavi, che ho avuto con me a Lecce e Brescia, è un giocatore importante e c’è Cutolo che mi piaceva già quando era a Verona. Hanno vinto tutte le gare in casa tranne l’ultima con la Juve Stabia, ma anche fuori casa hanno fatto bene: dieci punti sono un buon bottino”.

Qualcuno sostiene che la presenza di Zeman ha portato in dote qualche punto in più, ma lui non concorda: “io ne ho portati quanti ne ha portati la squadra, con i se è difficile giocare. Siamo una squadra omogenea, per metà esperta e per metà giovane ma non sempre è facile la miscela giusta. Il doppio turno casalingo? Io non faccio calcoli, cerco di fare le partite per vincerle e fare bene, poi possono arrivare 6 punti oppure 4 oppure 0…” Chiude parlando del rischio, paventato da qualche commentatore, di una flessione della sua squadra di qui a breve: “ci sono due aspetti da valutare, la preparazione atletica nel periodo dei richiami ed i terreni pesanti che ci possono creare problemi per il nostro modo di giocare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy