Cacia: “Non condivido la scelta degli ultras. Futuro? Rimarrei, ma è quasi impossibile”

Cacia: “Non condivido la scelta degli ultras. Futuro? Rimarrei, ma è quasi impossibile”

Daniele Cacia in conferenza stampa oggi a Bresso ha analizzato prima di tutto la sconfitta di Nocera: “Dovevamo andare lì a vincere e basta, noi siamo di molto superiori a loro come organico. Invece abbiamo sbagliato l’appuntamento ancora una volta, così come successo negli ultimi mesi. Ora resta la rabbia di essere stati sempre lì tra le prime ed essere usciti all’ultimo”. Sarà un addio molto probabilmente quello di Daniele Cacia al Padova: “E’ stata una stagione in cui potevo dare sicuramente un apporto maggiore, cancellerei l’espulsione contro la Nocerina all’andata, mentre conservo come immagine il gol di Vicenza. Anche Grosseto poteva essere per me una giornata da ricordare… Ora penso che sia quasi impossibile rimanere qui a Padova, anche se ci resterei volentieri perchè è una società e un bel posto dove giocare a calcio. Serie A? Mi piacerebbe confrontarmi lì, vediamo sono del Lecce ma difficilmente ritornerò lì visto che non mi sono mai ambientato”. Sulla decisione degli ultras di disertare l’ultima di campionato “Dovrebbero comunque seguire la partita, perché al di là di tutto il calcio è anche uno sport. Se loro decidono che questa è la cosa giusta, è un loro pensiero”. Una battuta sul calcioscommesse: “Sono stato chiamato perchè a Piacenza ero capitano di quella squadra… la mia idea? Non certo il calcio che sognavo da bambino, chi ha sbagliato deve pagare”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy