CUFFA ILLUDE, MARILUNGO PUNISCE

CUFFA ILLUDE, MARILUNGO PUNISCE

PADOVA   1

LECCE     1

PADOVA (4-3-1-2): Cano, Petrassi, Cesar, Faìsca, Trevisan; Bovo, Patrascu (46’st Jidayi), Cuffa; Rabito (36’st Soncin); Di Nardo, Vantaggiato (16’st Bonaventura).

In panchina: Agliardi, Giovannini, Darmian, Morosini.

All.: Carlo Sabatini

LECCE: Rosati, Belleri, Ferrario, Fabiano, Mazzotta (16’st Defendi), Angelo, Vives, Giacomazzi, Di Michele, Corvia, Marilungo (34’st Loviso)

In panchina: Petrachi, Schiavi, Terranova, Bergougnoux, Baclet

All.: Luigi De Canio

Arbitro: Luca Banti di Livorno.

Reti: 5’pt Cuffa, 22’st Marilungo

Ammoniti: Giacomazzi, Vives, Trevisan

Un minuto di silenzio per ricordare le vittime della tragedia ferroviaria di Merano poi l’arbitro Banti dà avvio al gioco. Il Padova, che ritrova in panchina ancora una volta Carlo Sabatini, parte grintoso e con voglia di riscatto. Vantaggiato per primo ha voglia di rivalsa dopo l’errore dal dischetto di Salerno, e al 3′ sgancia un bolide che lambisce il palo. Ma al 5′ Cuffa fa esplodere un boato all’Euganeo: Rabito, con gran classe, si libera di due uomini al limite dell’area e serve con precisione Cuffa che di testa batte Rosati. Tre minuti dopo, occasionissima per il raddoppio con Totò Di Nardo che però, a tu per tu col portiere, la mette a lato. Il forcing biancoscudato non si placa e il Lecce è costretto a subire. Al 17′ la prima occasione per i salentini arriva con un pericoloso tiro a girare di Di Michele: Cano però non si fa sorprendere e ci arriva in presa sicura, tra gli applausi. La capolista non ci sta a perdere e prova a farsi vedere in area padovana ma la difesa è attenta e Cano è bravo ad opporsi. Per il Padova poi, al 27′ si presenta una ghiotta opportunità con l’angolo battuto da Rabito: Cuffa ci arriva ma la mette a fil di palo.

La ripresa inizia arrembante pr i biancoscudati che si fanno subito pericolosissimi dapprima con Vantaggiato e poi con Rabito che a due passi dalla porta si fa anticipare da Rosati. Al 14′ si ridesta grintosamente il Lecce ma il Padova si salva anche grazie a dei rimpalli sfavorevoli ai pugliesi. Al 20′ Di Nardo manca di un soffio il 2-0 e due minuti dopo il Lecce trova il pareggio, nonostante il grande dominio scudato visto fino a questo momento. Triangolazione Giacomazzi-Angelo-Marilungo e palla che finisce in rete. Non si fa attendere la risposta del Padova. Bonaventura dribbla un paio di avversari e dal fondo la mette ottimamente al centro per Di Nardo che però manca l’aggancio. Da qui in poi cala sensibilmente il ritmo della partita; entrambe le squadre hanno speso molto ma nessuna delle due dà segni di resa, anzi. Finisce però 1-1, un risultato che al Lecce tuttosommato va bene, ma che al Padova sta stretto, considerando l’ottima prova dei biancoscudati. Nel finale da segnalare l’ammonizione a Darmian (in panchina) che, diffidato, salterà la sfida con l’Empoli.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy