Di Nardo fa 32: “Vorrei rimanere a Padova. Devo tutto a questi tifosi”

Di Nardo fa 32: “Vorrei rimanere a Padova. Devo tutto a questi tifosi”

LA CONFERENZA STAMPA DI DI NARDO

Totò Di Nardo arriva nella sala conferenze del Golf Hotel di Folgaria, accolto dai giornalisti che gli cantano “Tanti auguri!”

 

“Grazie a tutti degli auguri! E’ il 13esimo anno che festeggio in ritiro! Chissà che il 13 mi porti fortuna” Esordisce Totò.

Qual è il tuo futuro? “Sto lavorando al meglio e il mio desiderio sarebbe quello di rimanere a Padova. Mi sono legato a questa città e a questi tifosi e per me sarebbe una soddisfazione immensa continuare a lavorare per il Padova e per questo progetto. Io sono sereno e mi impegno.

Foschi ti ha parlato? “Non c’è stato ancora modo di parlare. Ora finiamo il ritiro poi ci si confronta e vedremo quale strada percorrere.”

Dal Canto ti sta provando come punta esterna.. “Non gioco in quel ruolo da alcuni anni ma credo di avere le caratteristiche per farlo.”

Che ti dicono i tifosi giunti qui a Folgaria? “Devo molto a loro. Mi sostengono sempre. Sono loro che mi hanno dato la forza di reagire e di tirare avanti. C’è un po’ di rammarico per non essere stato il Totò del 2009, ma purtroppo non dipende solo da me. Sono aprtito male e finito peggio. Speriamo che quest’anno sia diverso.”

Il regalo più bello di questi anni? “La nascita di mio figlio Giulio e la promozione in B con il Padova”

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy