Il Mattino: Cestaro cede alla famiglia

Il Mattino: Cestaro cede alla famiglia

Anche Il Mattino conferma le nostre anticipazioni: Cestaro ieri è rimasto a Dueville, la delegazione Unicomm invece ha incontrato la cordata lombarda. Accordo in vista per un graduale disimpegno, ma il patron rimane presidente e con la maggioranza. Sono ore cruciali – si legge sul quotidiano padovano – quelle che si stanno vivendo sull’asse Milano-Dueville-Padova. Marcello Cestaro dopo una mattinata trascorsa a Bassano del Grappa per seguire l’apertura ufficiale al pubblico del nuovo ipermercato Emisfero, un investimento sofferto per il gruppo vicentino che ha dovuto aspettare più di 20 anni prima di veder realizzato il centro commerciale a lungo agognato, è rientrato all’Unicomm e da lì non si è mosso per tutto il pomeriggio, informato dettagliatamente di quanto sarebbe poi accaduto in uno studio notarile milanese, dove la triade incaricata di condurre il negoziato (il figlio Lorenzo, il direttore finanziario di Unicomm Walter Pulcini e il manager Luca Baraldi) si è presentata con i documenti pronti per siglare un accordo preliminare con la controparte. Alle 20 il cavaliere era nel suo ufficio e, a quanto ci risulta, è rientrato a tarda ora a Schio. Dunque, come avevamo scritto anche noi, nessuna firma di Cestaro a Milano per la cessione del Padova come ventilato da altre fonti.

Il Mattino conferma anche l’impegno economico chiesto dalla cordata lombarda a Cestaro: dieci milioni per due anni (il giornale avanza l’ipotesi che potrebbero essere tre), prima di lasciare definitivamente il Calcio Padova.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy