L’ASCOLI PENSA GIA’ AL FUTURO

L’ASCOLI PENSA GIA’ AL FUTURO

Il presidente Benigni vorrebbe ancora Pillon, se non dovesse arrivare l’accordo con il trevigiano pronti Camolese e Lerda

Con la salvezza in tasca, l’Ascoli, prossimo avversario del Padova, pensa al futuro. Pillon ha dichiarato di voler onorare il campionato fino all’ultima giornata, senza sconti per nessuno. Intanto però il mister trevigiano sta valutando l’offerta di rinnovo del contratto propostagli dalla società. Il presidente Benigni vorrebbe affidargli la conduzione tecnica anche per il prossimo campionato di serie B. Pillon ha chiesto qualche giorno di tempo per riflettere sull’accordo: alla base del rinnovo, non c’è una questione economica, ma tecnica. L’ex allenatore biancoscudato vorrebbe delle garanzie, visto che la società lascerà partire i migliori, per ovvie esigenze di bilancio. Sul piede di partenza infatti ci sono i bomber Antenucci e Bernacci, che tornano rispettivamente a Catania e Bologna, per l’attacco c’è necessità di una torre da affiancare a Lupoli, una volta rinnovata la comproprietà oppure trovare una valida alternativa. Appare scontato anche l’addio di Portin, vera rivelazione del campionato cadetto e già richiestissimo da mezza serie A. In settimana è previsto un nuovo incontro tra Benigni, Antonelli e Pillon, al fine di ratificare il nuovo impegno per il 2011. Qualora le scelte ed i programmi societari non dovessero convincere l’allenatore trevigiano, i dirigenti bianconeri dovranno cercare una soluzione alternativa fra i numerosi allenatori presenti sul mercato e capaci di garantire delle belle soddisfazioni adi tifosi piceni. Fra i candidati, nell’ambiente ascolano circolano due nomi: Camolese e Lerda, entrambi molto validi per il difficilissimo campionato cadetto.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy