Le pagelle del Padova

Le pagelle del Padova

Commenta per primo!

Pelizzoli 6,5: Poco impegnato dal Cittadella, si fa trovate comunque pronto su un paio di conclusioni da lontano.

Donati 6: Un contrasto con il mastino granata Eros Schiavon lo costringe ad abbandonare il campo a fine primo tempo. Fin li’, si era ben comportato.

(Schiavi) 6: Entra per Donati e va a dare subito una mano concreta al compagno Trevisan, che in sala stampa lo ringrazierà. Con due furetti come Di Nardo e Maah non era facile.

Legati 6: fa buona guardia su Maah, da terzino invece e’ meno appariscente.

Trevisan 7: ogni volta che sembra sul punto di partire, ecco che il centrale di Cassino sfodera la prestazione top. Segna il terzo gol in campionato, ancora una volta decisivo.

Franco 6: Cross a volontà, talvolta precisi, in altre circostanze un po’ meno. Schierato a sorpresa al posto di un febbricitante Renzetti, dimostra di poter dire la sua con la maglia biancoscudata.

(Renzetti) s.v.

Jidayi 5,5: Un passo indietro rispetto a Reggio Calabria. Meno preciso e un po’ fuori dal gioco. Dal Canto lo premia comunque in sala stampa, elogiandolo per la determinazione profusa in tutto il match.

(Lazarevic) 5,5: Come sempre il suo ingresso suona la sveglia alla squadra. Ma poi quando si tratta di incidere Dejan risulta ancora impreciso e poco freddo. Vedi azione con gol clamoroso divorato davanti a Cordaz.

Marcolini 6: Un po’ deprimente nel primo tempo. Il rosso centrocampista non riesce a dare ritmo alla squadra. Poi nella ripresa torna quello di lunedì scorso.

Bentivoglio 6,5: Offre subito un valido contributo, con belle giocate e assist, compreso il corner che poi Trevisan trasforma. Tutti lo aspettavano trequartista, invece gioca a centrocampo risultando forse più efficace.

Cuffa 5,5: L’argentino, che oggi indossa la fascia di capitano, fa il trequartista solo sulla carta perche’ in realtà e’ un centrocampista aggiunto. Alla fine non convince troppo, anche se a volte risulta efficace.

Hallenius 6: Foscarini lo teme e gli costruisce una bella trappola. Ogni volta che prova a scattare viene sistematicamente raddoppiato in marcatura. Quando ha la possibilità di sorprendere tutti con un tiro al volo, liscia clamorosamente il pallone.

Ruopolo 5,5: Non lascia segno della sua presenza oggi all’Euganeo se non per alcune giocate di sponda. Preferiamo tutti la versione di Reggio Calabria…

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy