Antivigilia Teramo-Padova, Bisoli: “Adattarsi al sintetico per allungare la striscia positiva. Tre gli indisponibili”

Antivigilia Teramo-Padova, Bisoli: “Adattarsi al sintetico per allungare la striscia positiva. Tre gli indisponibili”

Commenta per primo!

Teramo-Padova, l’antivigilia. La squadra partirà alla volta dell’Abruzzo domani mattina, per cui la consueta conferenza stampa di mister Bisoli è stata anticipata alle ore 17 di questo pomeriggio.

Queste le dichiarazioni del tecnico biancoscudato dal cortile dell’Appiani: “Domani faremo la rifinitura al “Bonolis” per testare il campo e per toglierci dalle gambe la stanchezza delle cinque ore e mezzo di pullman. È la prima volta che giochiamo sul sintetico, dovremo adattarci, ma vogliamo fare la nostra partita anche lì per fare risultato. È indubbio che il sintetico rappresenti un vantaggio per chi ci gioca abitualmente, ma noi non vogliamo prenderci alibi: se perderemo, sarà perché non saremo stati bravi ad adattarci. Gli indisponibili? Pulzetti, Mandorlini e Tabanelli. Che non hanno mai fatto un allenamento intero durante la settimana. Mentre Marcandella verrà via anche se ha solamente un’autonomia di venti minuti. Il Teramo? Ha buoni palleggiatori, la classifica non gli rende merito. Dovremo fare attenzione alla loro velocità di manovra, cercando di togliere spazi utili all’avversario. Noi però vogliamo ottenere un altro risultato positivo per allungare una striscia positiva già importante. Oggi ho visto una squadra molto concentrata però non siamo al cento per cento, quindi qualcosa sul piano dell’intensità potremmo pagare. Gli inciampi in futuro ci saranno, è normale, ma l’importante è non risparmiarsi mai e uscire sempre dal campo stremati. Questo i miei giocatori lo hanno capito. I grandi risultati si ottengono così. La classifica? La guarderò a marzo. Certo che, in caso di vittoria, vedersi in vetta già così presto galvanizzerebbe il Padova e metterebbe sotto pressione gli avversari. A me tuttavia non importa tanto vincere, quanto aver creato la giusta mentalità. Perché la differenza alla fine la farà l’atteggiamento che impiegheremo in ogni partita, dato che non siamo certo una “super corazzata”. La formazione? Qualche dubbio ce l’ho. Potrei anche utilizzare qualche elemento che non ha ancora giocato. Insomma, ci potrebbero essere delle novità: in questi giorni ho visto giocatori in netta crescita sia a livello fisico che a livello mentale. Deciderò venerdì notte per cercare di non sbagliare le scelte. Candido mezzala? Lo ha già fatto domenica scorsa, ed è stata la sua partita più bella. Può essere una soluzione importante per il futuro”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy