Dettori: “Padova da subito in cima alle mie preferenze. Conosco già mister Brevi e vediamo il calcio alla stessa maniera”

Dettori: “Padova da subito in cima alle mie preferenze. Conosco già mister Brevi e vediamo il calcio alla stessa maniera”

Commenta per primo!

Francesco Dettori è un nuovo giocatore del Padova. Il calciatore ex Carrarese ha firmato un biennale che lo legherà ai biancoscudati dalla prossima stagione. Ecco le voci dalla sala stampa dell’Euganeo dove Dettori è stato presentato alla stampa.

Bonetto: “Siamo qui a presentare il primo acquisto della stagione 2016/17, vi abbiamo fatto aspettare un pò ma volevamo ponderare bene le nostre scelte e credo che oggi possiamo presentarvi quello che è un giocatore da Padova e che il direttore ha ottimamente lavorato perché sia qui oggi”.

Zamuner: “Francesco è un calciatore su cui abbiamo subito messo gli occhi, lo conoscevo molto bene e oggi siamo contenti di averlo qui con noi. Ha le caratteristiche giuste che cercavamo e inoltre ha qualche gol nelle gambe che di certo non guasta. Conto di chiudere qualche operazione entro il fine settimana: l’esterno di destra per il centrocampo a 5, il vertice basso e anche qualcosa nel reparto avanzato sono le nostre priorità. Le trattative in questa fase del mercato non sono facili da sbloccare, intanto oggi abbiamo qui Dettori e siamo felici di averlo tra le fila del Calcio Padova”.

Dettori: “Sono contentissimo di questa opportunità, il Padova era la prima scelta e visto l’interesse che la società ha dimostrato nel volermi non ho avuto dubbi nel venire qui a Padova. Ho già avuto l’occasione di giocare con mister Brevi a Cremona, siamo andati d’accordo e vediamo il calcio allo stesso modo per cui è un motivo in più che mi ha spinto ad accettare di venire qui senza pensarci troppo. Nel calcio si cerca sempre di migliorare anno dopo anno e venire qui a Padova per me è una grossa occasione, una piazza importante con una grande storia che ho subito messo in cima alle mie preferenze. Nella mia carriera ho ricoperto vari ruoli, forse la mezzala è quello nel quale posso esprimermi meglio anche se all’occorrenza posso giocare anche davanti alla difesa o da trequartista. Sinistra o destra non fa molta differenza, forse giocando spostato a sinistra posso rientrare verso il centro del campo con il piede forte. L’anno scorso ho curato con più attenzione le palle inattive e questo mi ha permesso di fare qualche gol in più, speriamo di non averli fatti tutti l’anno scorso. Ho sentito Sbraga che era con me a Carrara l’anno scorso e mi ha parlato benissimo dell’ambiente, della società e del progetto che è in atto qui, arrivare qui a Padova è un importante salto per la mia carriera e sono convinto di fare bene e poter dare quel qualcosa in più alla squadra per raggiungere gli obiettivi che la società si è posta”.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy