Le probabili formazioni di Padova-Lecce. Per entrambe le squadre può arrivare il verdetto della stagione

Le probabili formazioni di Padova-Lecce. Per entrambe le squadre può arrivare il verdetto della stagione

di Gianmarco Zandonà

Un anno fa in questo periodo era tutta un’altra storia per la Padova calcistica. Promozione in Serie B, Supercoppa di C vinta proprio sul Lecce: chi poteva aspettarsi una situazione così “drammatica” ? Bisognava difenderlo quel sogno conquistato, invece si è fatto di tutto per gettarlo via. Domani contro i pugliesi può arrivare la certezza matematica della retrocessione e la sentenza finale su una stagione fallimentare. Al contrario, un verdetto dorato aspetta i salentini che possono coronare una cavalcata stupenda ed approdare in Serie A. Due cammini differenti, due esiti opposti, che sfociano in un caleidoscopio di emozioni nella partita di domani dell’Euganeo: biancoscudati  sfiduciati e al tracollo, giallorossi col vento in poppa che li sospinge verso l’Olimpo del calcio italiano.

 

QUI PADOVA- E’ stata un’annata disastrosa da ogni punto di vista, e domani un’eventuale sconfitta contro la prima della classe metterebbe la parola fine. Oltre ai problemi di campo si aggiungono quelli disciplinari, di spogliatoio, che come sempre sono deleteri perchè minano la stabilità di una squadra alla ricerca della salvezza. Il tecnico biancoscudato cerca comunque una prova di spessore, una vittoria miracolo anche se ormai l’ambiente non ci crede più. Alle assenze di Morganella, Broh e Calvano, messi fuori rosa, si aggiungono quelle di Trevisan per squalifica, Mbakogu, Ravanelli e Madonna per condizioni non ottimali. Recuperato invece Ceccaroni che giocherà con la maschera. Il Padova dovrebbe scendere in campo col tridente offensivo formato da Capello, Bonazzoli e Baraye, con quest’ultimo che potrebbe arretrare di qualche metro e giocare dietro le due punte. Rientra Andelkovic in difesa mentre in regia occasione per Serena. Tra i convocati il giovane Moro.

 

Probabile formazione (4-3-3): Minelli; Cappelletti, Andelkovic, Cherubin, Longhi; Pulzetti, Serena, Lollo; Capello, Bonazzoli, Baraye. A disposizione:  Favaro, Merelli, Ceccaroni, Zambataro, Belingheri, Mazzocco, Clemenza, Cocco, Marcandella,  Moro.

 

 

QUI LECCE-  La squadra di Liverani merita solo applausi per la stagione disputata da neopromossa ( come il Padova), dove forza di gruppo, un progetto vincente alla base e idee chiare hanno portato il Lecce ad un passo dalla Serie A. I giallorossi sono padroni del proprio destino: un eventuale passo falso del Palermo in casa con lo Spezia (all’ora di pranzo) con conseguente vittoria all’Euganeo significa promozione diretta. Altrimenti bastano due successi, e per una squadra ricca di entusiasmo, così in scioltezza verso un traguardo importante ormai ad un soffio, non è impossibile. Contro il Padova mancherà lo squalificato Tachtsidis e al suo posto agirà Petriccione, affiancato da Majer e l’ex Tabanelli, autore del gol vittoria sul Brescia che ha portato la sua squadra in vetta. Per il resto formazione tipo con il fantasista Mancosu alle spalle di Falco e bomber La Mantia, anche se la rapidità di gioco della manovra offensiva salentina fa variare in continuazione lo schieramento tattico. Il Lecce arriva con al seguito un nutrito numero di tifosi (sulle duemila presenze): la festa è vicina e può scoppiare già domani, per questo è stata convocata l’intera rosa, infortunati e squalificati compresi.

 

Probabile formazione (4-3-1-2): Vigorito; Meccariello, Lucioni, Marino, Venuti; Majer, Petriccione, Tabanelli; Mancosu; Falco, La Mantia. A disposizione: Bleve, Milli, Riccardi, Di Matteo, Cosenza, Bovo, Calderoni, Pierno, Tachtsidis, Arrigoni, Haye, Scavone, Felici, Tumminello, Palombi, Saraniti.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy