Lega Pro, venticinquesima giornata. Turno dai numerosi testa-coda: occhio alle sorprese

Lega Pro, venticinquesima giornata. Turno dai numerosi testa-coda: occhio alle sorprese

Il programma del venticinquesimo turno

Commenta per primo!

Siamo praticamente giunti alla metà del girone di ritorno e la classifica inizia a delinearsi in maniera tangibile lasciando ben poco margine d’errore per diverse formazioni. L’ottava giornata del girone di ritorno vede nel gruppo A scontrarsi molte squadre in testa con formazioni relegate nel fondo della graduatoria, dando adito a sorprese che, come abbiamo visto durante tutto il campionato, sono sempre dietro l’angolo. Il venticinquesimo turno inizia oggi alle 14 con Sudtirol-Cuneo e prosegue alle 15 con la Cremonese che ospita la Reggiana in una gara che suona tanto come l’ultima occasione per le due squadre per poter ancora guardare verso l’alto. Alle 17.30 la capolista Cittadella scende in campo al “Tombolato” contro un Albinoleffe in crisi e ormai ad un passo dalla certezza di dover disputare i playout. Per i granata c’è da vendicare la sconfitta dell’andata e soprattutto centrare l’ottava vittoria consecutiva che darebbe la garanzia di mantenere il vantaggio sulle rivali. Due delle inseguitrici della capolista scendono in campo alla stessa ora dei granata: il Bassano (terzo) va a Busto Arsizio cercando di non farsi fare lo scherzetto dalla Pro Patria, mentre la FeralpiSalò (quarta) attende sul Garda una Pro Piacenza alla ricerca smodata di punti salvezza. Il programma domenicale si aprirà invece alle ore 15 con l’Alessandria di scena a Meda con il Renate per provare a recuperare terreno dalla vetta e con il Padova che va a Mantova per chiudere una volta per tutte il discorso salvezza e tenere accese piccole speranze di poter ancora guardare a chi sta davanti in ottica playoff. Chiudono il venticinquesimo turno le gare di domani alle 17.30: il Pavia ospita la Giana Erminio e cerca punti per entrare per la prima volta in zona playoff dopo una lunga e difficile rincorsa mentre il Pordenone, finora perfetto nel 2016, vuole continuare a sognare all’inseguimento del Cittadella ed attende un Lumezzane rinfrancato dalla vittoria di settimana scorsa con il Mantova dopo il cambio in panchina.

0 commenti

Commenta per primo!

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy